Pellegrini e turisti: funziona

by -
0 661

Gallipoli. Sarà la voglia di mare, oppure la fortuita coincidenza della Pasqua con le festività del 25 aprile e, subito dopo, del 1 maggio. E sarà pure, perché no, la promozione dei riti pasquali fatta nelle fiere in Italia e all’estero: fatto sta che Gallipoli si attende un’invasione di turisti che stanno già iniziando ad arrivare alla spicciolata e che da venerdì sera saranno, in massa, pronti a esplorare la città bella.

Le avvisaglie della prevista impennata le aveva già date il Comune, predisponendo l’anticipazione del senso unico sulla litoranea della Baia Verde dal 17 aprile fino al 1 maggio, proprio in coincidenza con il periodo di maggiore afflusso di turisti che, c’è da scommetterci, prenderanno d’assalto le spiagge. Le forze dell’ordine ci hanno messo il carico, intensificando già da qualche settimana i controlli e gli alcol test proprio in prossimità della litoranea e delle discoteche più in voga, proprio come avviene in piena stagione.

La conferma ufficiale, però, arriva dalle reception degli alberghi, dove c’è comprensibile frenesia. Al completo già da qualche giorno i 65 posti letto dell’hotel Bellavista, quello ospitato proprio all’interno del “grattacielo”. Qui l’impennata è stata da capogiro: «L’anno scorso – spiegano gli addetti – la Pasqua è stata quasi un flop, con appena una decina di camere prenotate. Quest’anno l’incremento è enorme, forse anche perché c’è questa coincidenza di più festività e perché siamo a fine aprile: la gente ha bisogno di concedersi un break e un po’ di sole». Stessa impressione all’Hotel Bianco (25 posti letto, anche questi tutti prenotati da diverse settimane), dove ci si frega le mani per l’inaspettato incremento.
Anche al Jolly hotel, dove ancora c’è qualche posto a disposizione, nel complesso le prenotazioni sono andate bene, anche se si attendono conferme e smentite dell’ultimo minuto per fare un bilancio. «Il periodo pasquale è un buon momento – spiegano dal Palazzo del Corso, dove però confluiscono anche le prenotazioni del Relais Corte Palmieri e del Mosco Inn – da qui in poi il turismo va sempre a crescere». Impressioni di un po’ di stasi arrivano invece dal Victoria Palace e dal Gallipoli Resort, ma anche qui si attendono le prenotazioni dell’ultimo minuto prima di fare bilanci.

Si frega le mani il commissario dell Azienda di promozione turistica, Stefania Mandurino, per cui «gli eventi religiosi e folcloristici sono una componente decisiva per aprire nuove finestre sul mercato delle vacanze. Turismo religioso e culturale – ha spiegato nel corso di una conferenza stampa indetta per illustrare i riti pasquali e alla quale hanno preso parte il sindaco, Giuseppe Venneri e l’associazione “Gallipoli Nostra” – devono far parte di un sistema di offerta turistica moderno che sia capace di coniugare gli elementi di identità storica con la tipicità dei luoghi e dei suoi prodotti enogastronomici di eccellenza».

Consulente per la comunicazione online e le reti sociali, corrispondente junior per Piazzasalento e webmaster del portale

Commenta la notizia!