Gol ed emozioni: Chevanton non si smentisce

PARABITA – «Ritorno in campo per dare una mano alla società e per divertirmi con serietà come sempre ho fatto. Non mancheranno i miei consigli a quei ragazzi più giovani di me che hanno voglia di crescere. L’augurio che rivolgo alla squadra è di salire di categoria». Le parole piene di emozione sono quelle del 37enne uruguayanoJavier Chevanton, al suo ritorno in campo a quasi tre anni di distanza della sua ultima esperienza professionistica maturata nel Liverpool Montevideo. Con una tripletta, l’ex attaccante di Lecce, Monaco, Siviglia e Atalanta, ha permesso alla Soccer Dream Parabita di superare agevolmente l’Andrano. La sfida era valida per il campionato di Terza categoria ma di livello ben superiore si è dimostrata la cornice di pubblico e l’interesse mediatico per l’evento di domenica 10 dicembre sul campo dell’“Heffort Stadium”. Chevanton è sceso in campo (dopo il tanto atteso ok da parte della Federazione calcistica dell’Uruguay) accompagnato dai ragazzi delle squadre “Insuperabili” di Parabita e Torino, protagoniste di un torneo nel giorno dell’Immacolata. Particolare la coreografia dei tifosi, con uno striscione che recitava: “A qui la historia continua”.Chevanton, che disputerà soltanto le gare casalinghe della Soccer Dream Parabita, oltre a segnare  tre gol ha  colpito anche un palo,  procurandosi un rigore che ha lasciato  calciare a Totaro. L’altra rete, invece, è stata siglata da Pedaci.  Molto seguita è stata anche la diretta streaming della partita, trasmessa sul canale Youtube della società “Heffort Tv”, con numerose visualizzazioni dall’Uruguay, dai Paesi Bassi e dalla Svizzera. «Ringrazio tutti i miei compagni e il mister. Mi son divertito. Giocare per 90′ in Terza categoria è stato bellissimo, in più andando a segno tre volte. E comunque il dettaglio è sempre giallorosso», ha precisato soddisfatto alla fine del match, Javier Chevanton.

Commenta la notizia!