“Gli amori poetici” – Roberta Rahinò

 

La mia Musa ispiratrice
l’ho lasciata con una poesia.
Ora è solo il foglio bianco
con una grossa cicatrice.
Invocherà lei, d’ora in poi, l’anima mia.

I suoi punti di sutura
si sono sostituiti ai punti luce dei tuoi occhi:
di quelli m’accorgevo sol io, presa dall’arsura
di te che, nei miei, ci vedevi solo scintillanti balocchi.

Commenta la notizia!