Rifiuti, scegliamo come

di -
0 410

Sannicola. «Rifiuti, parliamone insieme in vista del nuovo servizio».
L’invito alla collaborazione giunge dal  vicesindaco, con delega a Bilancio, Finanze e Politiche Tributarie, Marco Bramato il quale ritiene «essenziale il contributo di idee di quanti vogliano offrire un apporto utile alla discussione». L’argomento è tanto più importante in quanto il prossimo capitolato verrà gestito direttamente dal Comune di Sannicola.

«Parlare del servizio di raccolta urbana della spazzatura – afferma Bramato  – è sempre molto complesso, sia per il dedalo di leggi con cui è necessario confrontarsi, sia per il balletto delle competenze tra enti che finisce per trasformarsi, però, in soldi materiali che escono dalle tasche di ciascun cittadino in cambio di un servizio su cui,  alle volte, vi sono delle critiche».

Fondamentale, dunque, sarà fare i conti con le indicazioni della Regione e su come si è agito prima e perché ora si può, o si vuole, fare qualcosa di diverso.

«La Regione è divisa in Ambiti Territoriali Ottimali ed il nostro Comune è stato sinora inserito nell’Ato Lecce 2. Ciascun Ato è poi diviso in Ambiti di Raccolta Ottimali e noi» spiega il vicesindaco «fino al 31 dicembre eravamo nell’Aro 5. Abbiamo, però, chiesto e ottenuto di uscire da quest’ambito e il prossimo capitolato sulla gestione rifiuti lo scriveremo noi: avremo, cioè, finalmente la possibilità di decidere come vogliamo che si svolga la raccolta, nel rispetto delle leggi regionali e nazionali, soprattutto riguardo alla differenziata, che è antieconomica, ma rappresenta un obbligo morale e legislativo. La Regione, infatti, definisce come deve avvenire lo smaltimento e ha persino stabilito un ecotassa che colpirà i Comuni che non raggiungono le percentuali richieste. Per il resto ogni ente ha un discreto margine di discrezionalità».
Sul sito del Comune è, comunque, possibile scaricare le relazioni sui servizi finora offerti dall’Ato e sui relativi costi.

Commenta la notizia!