Gallipoli, il Gallo cambia maglia ma non appeal: i tifosi pronti ad acquistare quote societarie. Il nodo stadio

Gallipoli – È una presentazione sospesa nel tempo quella del nuovo stemma societario e delle divise da gara per la prossima stagione del Gallipoli Football 1909: attenta al passato, concentrata sul presente, proiettata al futuro. “Abbiamo tentato di riottenere il logo utilizzato fino alla Serie B – spiega Gianluca Monaco, responsabile marketing e comunicazione – purtroppo non è stato possibile e abbiamo deciso di rinnovarlo”. Un gallo definito in conferenza “più aggressivo” campeggerà sulle due maglie da gioco: “La maglia giallorossa riprende quelle delle stagioni ‘90-‘91 e ‘91-‘92 – dice Giorgio Della Ducata, socio del sodalizio – perché come allora la squadra è composta in maggioranza da gallipolini. Per quella da trasferta abbiamo scelto un grigio che dia la sensazione dell’acciaio sottolineando il carattere forte del Gallo”.

Tanti i particolari presenti sulle uniformi: l’effige della Fontana greca, l’etichetta con i maggiori trofei vinti (Coppa Italia Serie C e Supercoppa di Lega di Prima Divisione), il “1909” composto dalla frase “Fideliter Excubat” ripetuta. Su quale campo vedremo le tenute è però ancora un’incognita: “La deroga del manto erboso potrebbe essere prorogata dalla Lega di fronte ad atti ufficiali – continua Della Ducata – ma il rischio di giocare fuori qualche settimana c’è. Il Comune è a lavoro e siamo fiduciosi. Noi facciamo l’ordinario. È stato confermato Vito Faggianelli come direttore sportivo e la settimana prossima vedremo per la rosa. La squadra verrà iscritta e voci contrarie sono false. Il Gallipoli ha una struttura a sei soci egualitari che è garanzia di sopravvivenza della società anche se qualcuno dovesse fare un passo indietro”.

A tal proposito, è da registrare la proposta di un esponente della tifoseria di far rilevare proprio ai tifosi una quota di partecipazione societaria, ben accolta dai dirigenti presenti. Si vedrà. Come si vedranno gli sviluppi concreti per i lavori allo stadio (terreno di gioco soprattutto). In conferenza stampa sabato scorso il Sindaco Stefano Minerva ha assicurato che il Gallo potrà tornare a giocare in casa con l’arrivo del nuovo anno.

M.C.

Commenta la notizia!