Tra Gallipoli e Ugento “liberati” tre lidi realizzati abusivamente. E siamo a 22…

GALLIPOLI. Sono 22 gli stabilimenti balneari sequestrati e 2.500 i metri quadri di costa restituiti alla fruizione libera della gente. In tutto il Salento. Il resoconto è della Guardia costiera di Gallipoli. Gli ultimi tre casi si sono verificati tra ieri e oggi, in località Padula bianca di Gallipoli (due) e Torre San Giovanni di Ugento.  In uno dei primi due casi nella marina che confina col litorale di Sannicola, il titolare di un lido si era arbitrariamente allargato annettendo 500  metri quadri senza alcun titolo; così 38 ombrelloni e 76 lettini sono finiti sotto sequestro e il titolare denunciato alla magistratura. Nella stessa zona, invece, un lido aperto e funzionante in un’area di 225 metri quadri, non aveva nessuna autorizzazione o concessione; anche qui sequestro di ombrelloni (15) e lettini (30) e denuncia all’autorità giudiziaria del “titolare”.

Un occupazione risultata abusiva infine è stata rilevata a Torre San Giovanni. Su 84 mq erano stati installati undici ombrelloni e dieci lettini. L’epilogo ha seguito le procedure degli altri due casi.

Commenta la notizia!