Gallipoli, il Sindaco: “Denuncerò chi diffama la città”

GALLIPOLI. “A nome di una città stremata dalla bramosia di popolarità e di consensi, colgo l’occasione per affermare che prenderemo provvedimenti qualora si dovessero riscontrare accuse gratuite, diffamatorie a discapito della reputazione e dell’onore di una città”: è il periodo conclusivo dell’ultima lettera aperta del Sindaco Stefano Minerva diffusa via rete sociale, in questo caso Facebook, perché è proprio lì, dal basso, che arrivano raffiche di “notizie” spesso verosimili se non proprio fasulle, corredate da commenti di ogni tipo e tenore.
“Assisto in modo imperterrito ad una violenza illegittima nei confronti di quella che è l’immagine della mia città –  afferma Minerva – in accanimento come pochi a danno di un’economia e di un popolo che sembra essere la parte oscura di un territorio, comunicato tramite foto di casi al limite della realtà e goliardici che offendono una città fatta da persone perbene, da professionisti, da imprenditori, da cittadini che, con tenacia e volontà, portando il pane a casa”.
Da qui l’appello finale con l’avvertimento di reazioni legali qualora persistessero certi atteggiamenti: “Partendo dal presupposto che il diritto di cronaca è sacrosanto e che è nel bene di tutti accedere alla verità e ai fatti di interesse per la società – prosegue il Sindaco – ritengo opportuno che, in questo determinato momento storico, si arrivi ad un esame di coscienza. Il mio invito è rivolto a tutti coloro i quali stanno creando un danno alla reputazione della nostra città, speculando con foto che non appartengono in alcun modo alla nostra realtà e che vanno oltre ad una decorosa cornice espressiva”.

Commenta la notizia!