Gallipoli, si va per vicoli, musei e chiese

by -
0 116

centro storico vieGALLIPOLI.È la straordinarietà la cifra che connota  “Puglia open days 2014” con aperture “straordinarie” per un Salento  fuori dall’ordinario e con l’arte che fa lo “straordinario”. Da luglio fino a settembre, ogni sabato sera tante opportunità per la gioia degli occhi e della mente, per conoscere a fondo, forse per la prima volta, l’enorme ricchezza che il Salento custodisce e che ora generosamente dispensa. Tante visite guidate: tre siti Unesco e 256 beni culturali a cui accedere  gratuitamente in 104 Comuni.

Nello specifico si tratta di 68 borghi e centri antichi, 27 castelli, 60 basiliche, cattedrali e chiese, 45 musei, 6 ecomusei, 19 aree archeologiche, 17 palazzi storici, 3 teatri, 3 torri storiche, 7 siti ipogei, 1 abbazia e l’unica sinagoga.  Il tutto reso possibile da uno staff di più di 400 guide e operatori culturali. Attenzione anche al mondo e alla sensibilità dei bambini con “Puglia open days kids” con visite guidate a misura di piccoli visitatori,  e alle disabilità motorie  con la promozione di un turismo accessibile a tutti con “Puglia Open days for all” .

Al via, quindi, Puglia open days”. Si tratta della terza edizione dell’iniziativa che l’anno scorso ha registrato la presenza di bel 170mila visitatori, promossa dalla Regione Puglia e attuata da Pugliapromozione,:  “Quest’anno – dice l’assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Spettacolo Silvia Godelli – è iniziato molto bene con gli arrivi già monitorati  nella primavera e in particolare nel week end di Pasqua e, da quanto risulta dalle prenotazioni, quella del 2014 sarà una grande estate con in testa due località: Vieste e Gallipoli”.

Commenta la notizia!