Una dolce raffica di concerti

Gallipoli. TUTTO PRONTO PER LE FESTE Diverse le iniziative che allieteranno le feste natalizie, tutte all’insegna della tradizione. In foto piazza Aldo Moro, da qui prenderanno il via le visite guidata alla scoperta dei

Gallipoli. Sotto il titolo “Cultura e tradizioni nel Natale 2011” è stato presentato il calendario delle iniziative per le feste natalizie del 2011.

Si parte martedì 20 dicembre con le “Tradizionali musiche natalizie per le vie del borgo antico e della città nuova” a cura della filarmonica Città di Gallipoli, si parte alle 18. Sempre nello stesso giorno si avrà “Ogn’hor m’agiro e volgo”, il viaggio musicale di Giuseppe Tricarico da Gallipoli (1623-1697) fra Roma, Ferrara e la corte imperiale di Vienna, seminario di Studi a cura dell’Università di Vienna, del conservatorio Tito Schipa di Lecce, dell’Università del Salento e concerto dell’ensemble di musica antica “Armoniche stravaganze”. Il tutto avrà luogo presso il teatro Garibaldi, alle 19.30. Mercoledì 21 ci  sarà “E’ Natale ancora…”, a cura della filarmonica Città di Gallipoli, direttore maestro Pascal Coppola. Concerto presso la chiesa delle Anime, alle 19.30.

Giovedì 22 è previsto il concerto “Joy to the world”, del coro “Jubilaeum” diretto da Antonella Manco. Voci soliste: Dario De Micheli e Lori Cimino. L’appuntamento è nella chiesa del Sacro Cuore, alle 20.

L’associazione “Gallipoli nostra” organizza dal 25 dicembre 2001 al 8 gennaio 2012, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 (chiuso il 31/12/2011 e la mattina dell’1/1/2012) “Chiese aperte a Natale a Gallipoli”, presso il santuario di S. Maria del Canneto, la Cattedrale di S. Agata, la chiesa di S. Francesco d’Assisi, l’oratorio di S. Maria degli Angeli e l’oratorio del Santissimo Crocifisso. All’interno di tali chiese sarà disponibile il servizio guida gratuito. Per info: 0833/264242 oppure 349/5743456. “Gallipoli nostra” assicurerà le guide anche per i presepi del centro storico (se ne parla nella pagina precedente).

Lunedì 26 dicembre “Concerto di Natale”, dell’ensemble “Amici del Canneto”, presso il santuario Maria Ss del Canneto, ore 20. Martedì 27 dicembre si ripeterà “E’ Natale ancora…” della filarmonica Città di Gallipoli, direttore maestro Pascal Coppola, presso la chiesa San Gerardo Majella, alle 19.

Il 29 alle 19,30 “Gallipoli nostra” organizza il “Concerto di Natale” del maestro Enrico Zollino, presso il teatro Garibaldi. Mentre il 31 alle 16, con partenza dalla Fontana antica, in piazza Aldo Moro, ci sarà il “Tour dei pupi di San Silvestro” in bus. Prenotazione obbligatoria al 349/5743456.

L’anno nuovo si apre con la musica: domenica 1 gennaio 2012 si avrà il “Concerto di Capodanno” del complesso bandistico Santa Cecilia Città di Gallipoli, con il direttore maestro Francesco Leone, presso il teatro Garibaldi, alle 10.30. Lunedì 2 gennaio 2012 si continua con “Sognando il Natale”, schegge di recitazione a cura dei ragazzi del corso di formazione teatrale della compagnia “Gli Armonauti”, direzione artistica affidata al maestro Enrico Tricarico.

Non mancherà la nota laica del veglione studentesco: il Liceissimo 2011, venerdì 23 al Lido San Giovanni con Jake La Furia meet Thori & Rocce, Don Joe Shablo, Paparina sound, Dj sound flash, Resina sonora, Kalò, Dj Savi. A tanta musica classica, religiosa, tradizionale, si aggiungerà così un tocco di musica ipergiovanile.

23 Dicembre 2011: aggiorniamo l’articolo con il contributo al cartellone natalizio del Comune dell’Associazione Artistico culturale teatrale “A Cumnbriccula”

A Cumnbriccula – Presidente Daniele Suez presenta
Aspettando la vita
25 & 26 Dicembre 2011 ore 18.00-21.00
01 & 06 Gennaio 2012 ore 18.00-21.00
Gallipoli -Centro Storico
Presso la palestra della Scuola S. Chiara – P.zza De Amicis (Statua Padre Pio)

Aspettando la vita è un dramma in un atto della durata di venti minuti circa, bibblico e didattico per alcuni versi, tratta il tema della povertà nelle sue molteplici proiezioni. In sintesi, trattasi di quel mendicante che da sempre elemosina amore e perdono e a Dio e verso gli uomini, esortando quest’ultimi, credenti e non, a ritrovare quella strada che porta a riappropriarsi di quella immagine e somiglianza con Dio (la strada dell’AMORE), ormai persa perche sopraffatti dalle vicissitudini terrene.
La rappresentazione vede impegnati circa 15 persone e si sviluppa in una recitazione che si intreccia con delle videoproiezioni.
Data la durata di circa 20 minuti sono previste diverse repliche giornaliere.
Regia: Luigi Bottazzo

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!