A Gallipoli, la Settimana del mare durerà 17 giorni. Si parte il 28

by -
0 1095
Da sinistra: Angelo Ria, il sindaco Francesco Errico, Attilio Caroli Caputo

Da sinistra: Angelo Ria, il sindaco Francesco Errico, Attilio Caroli Caputo

GALLIPOLI. Quest’anno ha un cartellone di due settimane ma continuerà a chiamarsi “Settimana della cultura del mare” l’iniziativa del Comune di Gallipoli ideata dall’associazione culturale onlus “Puglia&Mare”, editrice dell’omonima rivista diretta da Giuseppe Albahari, che ne curerà gli aspetti artistico-culturali. «La manifestazione intende recuperare ed esaltare le radici marinare della città, attuando un’operazione culturale che può però avere grande valenza turistica», sottolineano i promotori che nei prossimi giorni farano la presentazione ufficiale della manifestazione (il 23 novembre in Biblioteca S. Angelo), che s’inserisce nel lungo periodo prenatalizio che a Gallipoli comincia in ottobre.

Se ne troverà eco tanto in una sagra (ex-mercato coperto di piazza Imbriani, 7-8 dicembre, pesce fritto) con scopi benefici a cura di una cooperativa di armatori di pescherecci, quanto in uno dei due concerti dell’Orchestra del Comprensivo Polo 1. Molte delle serate dal 28 novembre al 15 dicembre peraltro saranno concluse da concerti con pianoforte e voce. Libri, filmati, convegni (vedere qui a fianco) e con tre eventi “esterni” ai due luoghi centrali per le iniziative: l’inaugurazione della ristrutturata Torre S. Giovanni; la mostra “Racconti di luce” sui fari italiani dell’associazione “Vedetta sul Mediterraneo” di Giovinazzo (Bari), allestita al numero 21 di corso Roma; la mostra fotografica di Francesco Rastrelli “Dinghy, legni d’amare” nel Bellavista club, curata da “Caroli Hotels”. Previste altre iniziative a cura di Attilio Caroli Caputo, Angelo Ria e Gigi Orione, prossimo gestore del castello angioino.

Durante le “Giornate”, nei locali del Museo del mare potranno essere visionati filmati  scientifici  no-stop, mentre nell’ex Mercato coperto troverà ospitalità la mostra “I paesaggi della bellezza a Gallipoli” realizzata con gli elaborati degli allievi del Polo 2 nell’ambito dell’iniziativa Unesco.

Commenta la notizia!