Gallipoli, città vecchia da riqualificare

by -
0 575

Senza titolo-1 copiaGALLIPOLI. Salvo imprevisti dell’ultima ora – che potrebbero emergere nelle Commissioni consiliari chiamate a esaminare preventivamente sulle varie questioni – il prossimo Consiglio comunale del 30 gennaio (ore 9,30) si esprimerà su alcune questioni piuttosto rilevanti per la città.
Su 14 argomenti, tra cui alcuni di ordinaria prassi, ce ne sono almeno quattro che assumono una importanza particolare. Al punto 4 c’è, per cominciare, la variazione al piano particolareggiato dell’Agglomerato industriale cittadino, su via per Sannicola, che dovrebbe diventare Apea, cioè Area produttiva ecologicamente attrezzata, attraverso un ridimensionamento che però porterebbe al finanziamento delle opere primarie (rete idrica e fognante) ancora mancanti. Se però la trasformazione urbanistica era sembrata in un primo momento concordata con l’Asi Lecce, adesso in aula consiliare approda un’altra proposta a firma Asi che prevede l’ampliamento (non richiesto dal Comune) in direzione di via Lecce. La maggioranza che regge il Sindaco Francesco Errico resta però ferma sulla prima ipotesi.
Più tranquilla dovrebbe essere l’adozione del progetto definitivo del piano di riqualificazione urbana del centro storico, seguito dal consigliere delegato Enzo Mariello. Il “sì” del Consiglio metterà la Giunta comunale nella condizione di poter richiedere i finanziamenti di derivazione europea tramite la Regione Puglia, che cofinanzierà il corposo e delicato intervento.
L’assise cittadina inoltre indicherà, tramite un atto d’indirizzo, le linee per il potenziamento delle infrastrutture e dei servizi del sistema portuale, con particolare attenzione al settore della pesca. Infine, altro delicato argomento, si definiranno le norme in materia di mutamenti di destinazioni d’uso di immobili.

Commenta la notizia!