Gallipoli – Stava aspettando il momento buono per entrare in azione, ma quando lo ha fatto, gli è andata male. E’ finito davanti ai poliziotti il tentativo di furto di un ragazzo che nel parco giochi “Splash” della città era in cerca di un qualche bottino tra i frequentatori della nota struttura di giochi acquatici.

Così verso le 13,30 di ieri, approfittando del fatto che una donna si era allontanata momentaneamente dalla sua sdraio lasciando incustodita la propria borsa, il 16enne, foggiano, in vacanza nel Salento con la famiglia, vi si è avvicinato ed ha cominciato a rovistare in cerca di qualcosa di valore. Quando la donna si è accorta ha dato subito l’allarme. Il servizio di sicurezza del parco giochi è entrato in azione ed ha bloccato il giovane, che nonostante l’età era già noto alle forze dell’ordine per reati di questo tipo.

Alla telefonata giunta in commissariato, i poliziotti locali e del Reparto prevenzione crimine Puglia meridionale, di stanza in questo periodo a Gallipoli, hanno raggiunto il parco sulla litoranea per Torre Sabea e Rivabella, ed hanno proceduto alla identificazione dell’autore del reato, il quale ha dapprima cercato di resistere alle accuse, smentendo tutto quanto. Poi, messo alle strette dalla stessa vittima che lo aveva riconosciuto, ha confessato ed ha restituito il portafoglio con cui si era allontanato a gambe levate.

Pubblicità

Sentito il Tribunale dei Minori, i poliziotti hanno affidato alla madre il ragazzo. Dovrà rispondere del reato di furto aggravato.

Pubblicità

Commenta la notizia!