Ecco li Pupi da bruciare

by -
2 1076

Il “Pupo Bender”, personaggio del cartone “Futurama”

Gallipoli. Tutto è pronto a Gallipoli per dare fuoco alle micce e mandare in fumo i tanti “pupi” che a mezzanotte, tra lo scoppiettare dei petardi, arderanno nel fuoco eterno della tradizione secolare. Si conclude in questo modo il ciclo dei riti che vedono la presenza costante del fuoco purificatore. Si riparte il 17 gennaio con l’accensione delle “focaredde” per dare inizio al Carnevale.

Basta farsi un giro per la città per ammirarli. Si trovano in via Agrigento, viale Bari, via Varese, via Orvieto, zona San Lazzaro, via Savonarola, via Udine, lungomare Galilei, corso Capo di Leuca, via Imperia,  via Lecce, via Vittime del mare, viale Europa, via Galatone, via Cagliari, via Firenze, via Scalelle, via Carlo Massa. Nella zona Peep 3 i pupi sono su zona Santa Vennardia e su via della Costituzione. Dalle prime ore del 31, Gallipoli è tutta un brulicare di giovani e meno giovani che davanti ai propri pupi chiedono a tutti i passanti, siano  gallipolini o forestieri, un’offerta per contribuire alle spese dell’acquisto dei botti che servono per far saltare in aria il loro “pupu”.

Pregevole ormai è diventata la fattura dei “Pupi”, che se non fossero destinati al rogo, farebbero la loro figura su di un carro carnevalesco. Di tutte le misure e di svariate fattezze. Ma tutti imbottiti di tric trac e batterie. Il “pupu” nella fervida fantasia popolare gallipolina rappresenta la personificazione dell’anno vecchio che, con una valigia in mano, viene dato alle fiamme, perché ormai ha concluso il suo viaggio di 365 giorni. La valigia contiene tutti gli affanni, le disgrazie e i problemi che ha portato, suo malgrado, alle famiglie. Affianco gli viene posto un bambolotto, che è foriero di speranze per un futuro migliore. Questo viene tolto prima della mezzanotte.

Intanto, alle ore 16 del 31 l’associazione “Gallipoli Nostra” organizza il tour dei “Pupi” di San Silvestro, in bus. Partenza dalla Fontana antica in piazza Aldo Moro. E’ obbligatoria la prenotazione; per informazioni chiamare al  numero 349/5743456.

Commenta la notizia!