Galatone, il rilancio della città passa dal “pensatoio”

enrico longo - galatoneGALATONE. Mettere in rete “menti diverse” per un unico obiettivo. È questo lo spirito con cui il Primo cittadino Livio Nisi ha riunito, nei giorni scorsi, una cinquantina tra imprenditori, intellettuali, artisti, docenti, attivisti e altri professionisti (nelle foto, da sinistra, Enrico Longo e Giuseppe Manisco), creando un vero e proprio “pensatoio” per cercare insieme nuove strategie per il rilancio della città. «Una manifestazione ufficiosa, una sorta di consulta – dice Nisi – per mettere insieme persone attive sul territorio prima di dar vita ad iniziative ufficiali».
L’obiettivo concreto della riunione dovrebbe delinearsi nel prossimo Forum del dialogo permanente, ideato dall’Amministrazione comunale poco dopo l’insediamento per mettere in rete i vari gruppi attivi nella città. «Ci piacerebbe costituire – spiega Nisi – una fondazione di partecipazione per la gestione dei beni culturali e delle attività sul territorio, con la creazione di un partenariato per la gestione. L’Amministrazione comunale sta preparando una forma preliminare di ipotesi di lavoro che sarà presentata nel forum delle associazioni».
In programma la costituzione di un comitato che lavori intorno a uno statuto da presentare ai sodalizi della città. Da segnalare l’assenza di assessori e consiglieri all’incontro.
«Tutti sono rimasti entusiasti – dice Nisi – per via di una discussione costruttiva durata circa tre ore, fatta di argomenti importanti e da persone competenti, in cui la cultura è stata al centro”. Dalla pagina Facebook della sezione galatea del Partito Democratico, però, pochi giorni dopo l’avvenimento, arrivano le critiche: «Il sindaco Nisi prima invoca la partecipazione attraverso il Forum delle associazioni, e poi ne invita solo alcune presso una struttura ricettiva, pochi giorni addietro» commentano i democratici.

Commenta la notizia!