Al centro il Sacro Legno

di -
0 698

Galatone.  Preceduti dalla benedizione della città con la reliquia del “Sacro legno della Croce” (foto), sono entrati nel vivo in questi giorni anche i festeggiamenti civili in onore del “Santissimo Crocifisso della Pietà”.

Per la festa patronale di Galatone, organizzata dal comitato presieduto da Pasquale De Monte come da tradizione, i fedeli  hanno gremito il santuario per commemorare la reliquia con grande partecipazione, tra il suono festoso delle campane e lo sparo dei petardi offerti in segno di devozione.

Giunti anche a piedi, in pellegrinaggio dai paesi vicini, i fedeli hanno atteso che il Crocifisso venisse esposto alla venerazione, nell'”Ora dei miracoli”, per chiedere una grazia, raccomandare il destino dei proprio cari o semplicemente dire una preghiera.

Sempre partecipata anche la solenne processione per principali  vie del paese allietata dai complessi bandistici “Città di Galatone” e “Città di Nardò″. Da segnalare come  quest’ultima  sia stata “offerta” da un devoto che si è assunto l’onere dell’impegno economico.

Tale e tanta è la devozione che, presso il santuario del Crocifisso, nei giorni di festa vengono celebrate sino a dieci messe a cadenza quasi oraria (anche alla presenza del vescovo di Nardò- Gallipoli Domenico Caliandro).

Per quanto riguarda il programma civile invece, in piazza Costadura si alternano i complessi bandistici “Città di Racale” e “Città di Sogliano Cavour”, mentre in piazza San Sebastiano la fa da padrone la musica leggera con la “Ligabue Tribute Band” e lo spettacolo pirotecnico (del 4 maggio a mezzanotte) delle ditte “Maggio Amodio” da Galatone, “Coluccia Pietro” da Galatina e “Cosma Dario” da Monteroni.

Spettacolo nello spettacolo anche le luminarie per le strade e piazze del centro a cura dei fratelli Parisi da Taurisano. Il sipario sull’edizione 2012 della festa patronale cala con le esibizioni del complesso bandistico “Città di Squinzano” e del cantante Ron (il 4).

Silvia Resta

Commenta la notizia!