Gal Capo di Leuca: ci sono 7,5 milioni da investire. A Matino l’incontro informativo

Matino – Un progetto che coinvolge ben 23 Comuni del Basso Salento, con una dotazione finanziaria di circa 7 milioni e mezzo di euro, destinati sia alle amministrazioni comunali che ai privati. Questa prospettiva del Gal “Capo di Leuca” che verrà presentato lunedì 2 luglio, alle ore 19, presso il palazzo Marchesale del Tufo di piazza San Giorgio a Matino.  Il Piano di azione locale “Capo di Leuca e Serre salentine” è finalizzato al recupero di beni e aree pubbliche di interesse storico, artistico e culturale. Alla serata di presentazione sono previsti i saluti del sindaco di Matino Giorgio Salvatore Toma, del presidente del Gal Rinaldo Rizzo, e dei tecnici Giosuè Olla Atzeni ed Emiliano Cazzato, rispettivamente direttore e consulente del Gal. Le conclusioni sono affidate a Cosimo Roberto Sallustio, responsabile di raccordo regionale della “Misura 19 Psr Puglia 2014 – 2020”.

Il presidente Rizzo «Abbiamo finalmente avviato, unici in Puglia, la quinta esperienza consecutiva di attuazione del Programma Leader. Sono circa 27 anni – afferma il presidente Rizzo – che ci impegniamo nello sviluppo rurale del Capo di Leuca, cercando di intercettare opportunità di finanziamento all’interno dello scenario offerto dai fondi europei».

I comuni coinvolti Lo scorso ottobre la Regione Puglia ha concluso la selezione dei Gruppi di azione locali finanziati con le risorse del Programma di sviluppo rurale Puglia 2014-2020 ponendo il Gal Capo di Leuca al secondo posto. Questi i 23 Comuni che compongono il Gal “Capo di Leuca”: Acquarica del Capo, Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Commenta la notizia!