Gabriele, 16 anni ed Eros 72, vincitori

di -
0 1180

La premiazione alla fine della gara

Gallipoli. Si è conclusa nel migliore dei modi la traversata a nuoto dal seno della Purità al Canneto andata e ritorno tenutasi lo scorso 12 agosto, nonostante il forte vento  e il mare molto mosso che hanno dato fino dal primo momento del filo da torcere a tutti i 75 concorrenti e che non avevano fatto ben sperare nella riuscita della gara preparata da mesi.

L’evento, giunto ormai al quattordicesimo anno consecutivo, è stato organizzato da un gruppo di liberi cittadini con a capo Guglielmo (detto Memmo) Spada e la collaborazione di Piergianni  Gravili, tutti  accomunati dall’amore per il nuoto e lo sport in genere, e ha attirato molti concorrenti provenienti da tutto il Salento e in particolar modo da Santa Cesarea Terme e da Santa Maria di Leuca, dove recentemente si sono svolte le altre gare inserite all’interno del campionato nazionale Uisp di nuoto in acque libere 2012.

Il vincitore assoluto della gara è stato Gabriele d’Ospina, 16 anni, che ha trionfato nella categoria Under 25 con i suoi 28 minuti e 54 secondi ed è stato premiato con coppa e medaglia, mentre il tempo medio impiegato dagli altri concorrenti  per completare il percorso si è aggirato tra i 45 e i 90 minuti, in relazione all’età e all’allenamento.

Ottimo risultato per Eros Brutti, 72 anni, vincitore della categoria Master 70,  che con i suoi 60 minuti scarsi ha battuto in velocità concorrenti più giovani di diversi anni.

«Sono fiero – afferma Brutti – di aver affrontato l’intero giro in meno di un’ora con quelle condizioni meteo avverse e superando concorrenti di trent’anni più giovani. Questo mi ha fatto solo capire che l’età è relativa, conta molto di più un buon allenamento e una forte resistenza fisica».

ADM

La partenza della gara nel seno della Purità

Commenta la notizia!