Furti in auto parcheggiate: “custodia cautelare” per un ugentino

UGENTO. In gennaio aveva asportato da un auto un portafoglio con due carte postapay, prelevando poi la somma di 150 euro; due mesi dopo una analoga operazione gli aveva fruttato 500 euro in contanti da una vettura parcheggiata in località Punta Ristola (Castrignano del Capo); in aprile stesso sistema per un bottino di 150 euro e un iPad Apple: sono i colpi il cui autore è, per i carabinieri certo. Ma gli  investigatori che sono stati dietro per tre mesi a questa serie di furti da automobili in sosta (con la tecnica della rottura del vetro), potrebbe averne fatti altri, oltre quelli che avrebbe messo a segno a Marina di Pescoluse e Gallipoli. È stato per questo arrestato ai “domiciliari” Luigi Pizzi di Ugento; in casa sua è stato ritrovato l’iPad, restituito poi al legittimo proprietario. Pedinamenti, accertamenti presso sportelli postali, riprese da telecamere hanno portato sulle tracce dell’ugentino, che ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenta la notizia!