Taviano – Sembrano fuori pericolo i componenti di due famiglie di Taviano ricoverati in ospedale dopo aver mangiato funghi tossici. Destano qualche preoccupazione solo le condizioni del componente più anziano, anche se tutte e cinque le persone continuano ad essere sotto il controllo dei micologi del Servizio igiene alimenti e nutrizione dell’area Sud di Lecce, in contatto con i centri antiveleni di Foggia e di Milano. L’intossicazione alimentare ha coinvolto i componenti di due diversi nuclei familiari e sarebbe riconducibile a funghi di tipo Lepiota Josserandii, abbastanza tossici, raccolti nel proprio giardino (alla periferia del paese) dopo le tante piogge dei giorni scorsi. Chi li ha raccolti ha pensato bene di regalarli ad una coppia di amici che sono finiti anche loro in ospedale. Per le due famiglie, dunque, tanta paura ma per fortuna l’evoluzione sembra essere positiva.

I consigli della Asl Dei giorni scorsi è l’appello della Asl di Lecce che, in seguito ad un caso simile accaduto a  Copertino, ammoniva sulla necessità di usare molta prudenza raccomandando di far controllare i funghi dagli esperti micologi, che sono a disposizione gratuitamente dal lunedì al venerdì (dalle ore 12,30 alle 13,30) nel Centro di controllo micologico di viale Don Minzoni a Lecce, e di evitare assolutamente di acquistare funghi da venditori ambulanti su area pubblica, se privi delle certificazioni.

Pubblicità

Commenta la notizia!