Nove mesi e ancora l’Asl blocca il forno

by -
0 981

Casarano. Si avvia a soluzione, dopo nove mesi di calvario, la situazione di «Sapori a Salute», il negozio di Gianluca Priapo con annesso laboratorio per la produzione di alimenti senza glutine. Il problema, secondo Priapo, è dovuto alla mancata conoscenza della normativa. Attività come queste, infatti, sono regolamentate dalla legge 41 del 2009 della Commissione europea recepita, tra le altre nazioni, anche dall’Italia.

La storia ha inizio lo scorso 27 giugno, quando viene presentata una prima documentazione allo scopo di poter aprire l’attività entro la fine dell’estate. Ad oggi, l’attività è aperta in virtù della Dia, regolarmente rilasciata, ma è ancora in attesa di poter disporre delle autorizzazioni necessarie per poter svolgere completamente le proprie attività.

Trattandosi di un negozio e di un laboratorio, l’iter da seguire è duplice. Bisogna, infatti, prima di tutto convenzionare il negozio con l’Asl per il ritiro dei bonus relativi all’acquisto degli alimenti per celiaci. In secondo luogo, il laboratorio deve essere accreditato dal Ministero per la produzione diretta di alimenti senza glutine. Se la convenzione per il ritiro dei buoni nel negozio è giunta la settimana scorsa. si è ancora in attesa dell’autorizzazione del Ministero, la cui pratica è stata ferma per mesi nelle scrivanie dei vari referenti Asl che si sono occupati della questione. Alla fine, si è giunti, pare, alla chiusura della pratica che, a questo punto, passa nelle mani del Ministero.                

AN

Commenta la notizia!