Salve – Tenta di dar fuoco all’abitazione del vicino di casa e di far esplodere la sua auto e viene arrestato. Protagonista del raptus di violenza il 47enne Luigi Coluccello, imbianchino di Salve, che alle 6 di questa mattina ha lanciato tre molotov sul portone d’ingresso e sulla veranda dell’abitazione di un suo vicino di casa (un commerciante del posto) nonché nei pressi della Renault Kadjar dello stesso uomo parcheggiata nei pressi. Solo per il pronto intervento della stessa vittima dell’attentato, e di quello successivo dei Vigili del fuoco, il gesto, a quanto pare riconducibile a dissidi privati, non ha provocato una strage.

Accanto all’autovettura, infatti, lo stesso attentatore aveva già collocato una bombola di gas gpl, aprendone la valvola, al fine di farla esplodere (cosa che fortunatamente non è avvenuta) con il successivo lancio della bottiglia incendiaria. La vittima, in quel momento in casa con la moglie ed i tre figli, resosi contro di quanto stava accadendo ha subito lanciato l’allarme prodigandosi a spegnere i principi di incendio che già si stavano sviluppando sulla veranda, vicino al cancello e nei pressi dell’auto. L’intervento è stato poi completato dai Vigili del fuoco del distaccamento di Tricase.

I carabinieri della Stazione di Salve, intervenuti insieme ai colleghi del Nucleo radiomobile di Tricase, hanno poi scoperto che il 47enne conservava in un secchio altre tre bottiglie incendiarie pronte per l’uso, sequestrate insieme a due accendini. Alla fine, l’insano gesto ha provocato danni marginali all’abitazione e, per fortuna, nessuno alle persone. Dopo l’arresto e le formalità di prassi in caserma, Coluccello è stato condotto nel carcere leccese di Borgo San Nicola.

Pubblicità

Commenta la notizia!