Area per le imprese, la scossa

by -
0 653

La zona industriale comprende importanti realtà soprattutto nel settore artigianale, arredamenti da giardino, manufattutiero. Potenzialmente ha ampi margini di sviluppo. Una spinta in questo senso sarà data dai lavori di qualifi cazione che il contributo regionale permetterà di fare a breve

Racale. La aree industriali di tre comuni pugliesi potranno beneficiare di alcuni finanziamenti stanziati dalla Regione Puglia nell’ambito dei Programmi operativi regionali). Oltre ad Orta Nova, in provincia di Foggia, rientrano tra gli enti beneficiari  i comuni di Sannicola e Racale.

La Regione Puglia, grazie alle opportunità offerte dai fondi messi a disposizione dall’Unione europea, ha deciso, con una selezione mirata, di incentivare il decollo dell’economie locali, L’accordo tra i sindaci dei tre comuni e la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone, è stato sottoscritto nei giorni scorsi. Il documento, che regola il rapporto giuridico tra la Regione e gli stessi Comuni, è propedeutico all’avvio delle gare d’appalto per l’assegnazione dei lavori.

A Sannicola, i soldi saranno impiegati per fornire ed integrare la zona industriale con opere di pubblica illuminazione e fogna nera, per un totale di 775.025,91 euro, dei quali circa 40mila a carico dell’Amministrazione comunale.

L’area industriale di Racale  ha ampi margini di sviluppo. Ci sono importanti realtà nel settore degli arredamenti da giardino, dell’artigianato e del manifatturiero, che accusano il peso di una crisi economica sempre più frustrante. Con i fondi Fesr saranno perciò avviate, realizzate e completate infrastrutture primarie: rete idrica e fognaria ammodernamenti, attrezzamento di aree verdi, marciapiedi e illuminazione pubblica a led. Quest’ultima, oltre ad assicurare risparmio energetico, offre la possibilità di creare diversi ed originali effetti di luce.

La somma stanziata dalla Regione Puglia ed assegnata al Comune di Racale è pari a 783.221,99 euro, che saranno interamente a carico dei Fesr. Investimenti a costo zero da impiegare nei settori produttivi: una manna dal cielo per le dissestate casse comunali.

MM

Commenta la notizia!