“Festa grande” per San Paolo dei serpenti: a Patù musica e tradizioni

Patù – Visite guidate, aperitivo con prodotti ticipi e musica al sorgere della luna piena per la “Festa grande per San Paolo dei serpenti e la chiesa Madonna di Vereto” a Patù. Per l’occasione, venerdì 29 giugno, verrà “restituito” alla comunità il dipinto murale di San Paolo ed i Serpenti collocato nell’antica chiesetta. Il ritrovo è previsto alle 17,15 per una visita guidata alla chiesa di Vereto e alle aree circostanti (a cura di Arci Terra Archeorete del Mediterraneo). Alle 18 sarà il restauratore del dipinto murale Andrea Erroi a raccontare i nuovi, sorprendenti, dettagli legati a San Paolo dei Serpenti, e alle 19 Antonio De Marco (Arci Terra Archeorete) aprirà il pubblico incontro a cui parteciperanno il sindaco Gabriele Abaterusso, Vincenzo Santoro (Anci), Ledo Prato (Fondazione  CittàItalia), l’assessore regionale Loredana Capone e lo storico dell’arte Giovanni Giangreco. Quella conservata a Vereto è una delle più antiche rappresentazioni del Santo riferibile all’antichissima credenza popolare relativa alle capacità di San Paolo e dei suoi adepti, di curare gli effetti velenosi del morso di alcuni animali tra i quali serpenti, scorpioni e “tarante”. «Si tratta di un’opera preziosa in quanto quel tipo di iconografia è molto rara. Quest’opera – afferma Vincenzo Santoro, responsabile del Dipartimento cultura e turismo Anci – potrà essere oggetto di un certo tipo di turismo culturale attento, sensibile e proteso allo sviluppo del nostro territorio».

Al tramonto musica e degustazioni Al tramonto è prevista una seconda visita guidata e un aperitivo offerto ai presenti con vino locale e prodotti tipici: pane cotto al forno a legna, olio extra vergine di oliva di Patù e pomodorini di Morciano. Al sorgere della luna piena si aprirà il raduno di musica e danze dal vivo con Antonio Calsolaro (I musici di Patù), Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro (Targa Tenco 2017 per il miglior album in dialetto napoletano), Donatello Pisanello, Lamberto Probo, Maristella Martella e Compagnia Tarantarte, Massimiliano De Marco e Luca Buccarella, Roberto Chiga e Adriana Polo.

Associazioni in rete L’evento, nell’ambito del festival Folkbooks live (diretto da Vincenzo e Antonio Santoro), è stato organizzato da Comune di Patù, Arci Terra Archeorete del Mediterraneo, Arci Terra di Mezzo, Parrocchia San Michele Arcangelo di Patù, Avis, Proloco, Patushow, Quattro catti, associazione don Liborio Romano, associazione di strada San Gregorio e associazione di strada Centro storico,  in collaborazione con Diotimart.

 

Commenta la notizia!