Felline, in piazza Castello a sorseggiare vini naturali fra musica e arte

Felline – Un brindisi di natura e tradizioni, per un vivere controcorrente che passa dalla tavola: la piccola rivoluzione alcolica parte stasera, lunedì 9 luglio (ore 21), dall’enosteria Vite Colta in piazza Castello a Felline, con il primo appuntamento di “Vi.Na”, rassegna di vini naturali che andrà avanti sino a fine mese proponendo cene spettacolo che uniscono alle degustazioni performance d’arte e teatro.

Perché Vi.Na. – Diretta da Gianluca Palma (foto) dell’associazione “La Scatola di latta”, Vi.Na. è sinonimo di vini naturali, quelli di chi ancora produce senza arrendersi alla chimica e alle ricette industriali. Ma rimanda anche a un gesto anarchico che parte dalle parole, perché se in campagna la vendemmia, l’uva, la terra e la fermentazione sono femminili, anche il loro prodotto (Vi.Na., anziché vino) dovrebbe esserlo.

Tutte le serate in programma – Nell’appuntamento di questa sera, si sorseggeranno vini prodotti dalla Comune Urupia di Francavilla Fontana, abbinati allo spettacolo di teatro, maschere e musica “Lo spirito dei luoghi”, con Marta Vedruccio e Dario Mennella. Ospite della serata anche l’artigiano intrecciatore Vito Pelle.

Lunedì 16 è invece la volta dei vini di Natalino del Prete (San Donaci), che si sposeranno con lo spettacolo “Parole vasce” di Emanuele Giannelli e la sapienza dell’artigiano-illustratore Donatello Vergaro. I vini della Cantina Pantum (Mottola), con l’esibizione musicale di Antonio Calsolaro e Massimiliano De Marco, insieme al pittore Egidio Marullo compongono il menù di lunedì 23. Si chiude il 30 luglio con i viticoltori di Vinàmica, accompagnati dalla musica di Michela Sicuro, Francesco De Donatis, Antonio Sicuro, e dall’illustratrice Valeria Puzzovio.

Commenta la notizia!