Nel cuore antico la Luce

by -
0 656

Gallipoli. Una ambientazione di Luigi Mba Pi Tricarico

Gallipoli. Dopo essersi fatto largo nell’assedio dei marchi, dello sfarzo e  dei consumi, il Natale sta ritrovando uno spazio più adeguato alla sua carica spirituale, forse anche a causa di una maggiore sobrietà.

Il centro storico della città, in particolare, ha avuto da sempre una straordinaria passione per la rappresentazione della Natività e queste giornate anticipatorie della festa sono tutto un brulicare di preparativi e voglia di ben figurare, da parte dei creatori di queste vere e proprie opere d’arte, che costituiscono un momento di identificazione per tutta la comunità, senza dimenticare il forte richiamo su  visitatori e turisti.

Ecco allora questo compagno di viaggio alla scoperta di queste vere perle di creatività, che ben esprimono il senso di devozione religiosa. Per chi ama la tradizione unita all’inventiva, da non perdere l’appuntamento con “L’infinito e la Rosa”, presso il chiostro dell’ex convento di S. Francesco d’Assisi, progetto promosso dai giovani, fra i 16 e i 25 anni componenti l’associazione “Off Limits”, i quali uniscono la sacralità della rappresentazione religiosa alla recitazione, attraverso quattro scene interpretate da 12 attori,  declamate  in rima e composte da Andrea Mazzini, tratte da altrettanti passi del Vangelo. I visitatori, in numero di 30 persone alla volta,  possono assistervi nei giorni 25-26-28 dicembre, 1-6 gennaio 2012, dalle 18 alle 22.

Nelle immediate vicinanze, si trova la Natività all’interno della chiesa dell’Immacolata, in via Raimondo Pasca: la si può ammirare dal 25 dicembre al 6 gennaio, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 21.

Si prosegue con l’Istituto Santa Chiara di piazza De Amicis, dove le marginalità raccontate attraverso l’ausilio delle immagini, sono al centro di “Aspettando la Vita”,  unico atto della durata di 20 minuti e diretto da Luigi Bottazzo, dove vengono focalizzate le povertà nelle loro molteplici sfaccettature. Il lavoro, a cura dell’associazione teatrale “A Cumbriccula”, sarà presentato nei giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio, dalle 18 alle 21.

Una ricostruzione artistica, raffigurante l’Adorazione dei Magi (all’interno della Cattedrale di Sant’Agata, navata sinistra) è l’idea portante del presepe installato presso la chiesa dei SS. Medici, in vico San Giovanni, realizzato sotto la guida di Luigi ‘Mba Pi’ Tricarico ed ai suoi collaboratori, i quali hanno inteso proporre una visione intima della Natività, adornando la loro creazione con un sapiente gioco di luci soffuse (dal 25 dicembre al 6 gennaio, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 21).

Dopo il recente passaggio tv  in Rai, torna a farsi ammirare, dal 25 dicembre al 6 gennaio, dalle 17 alle 21, il Presepe realizzato a cura dell’Azione cattolica della parrocchia di Sant’Agata, presso l’atrio del Palazzo vescovile in via Duomo, e anticipato dall’incontro di riflessione sui principi del Natale: “Il Presepe, fra valori, tradizione e stile”, con l’intervento del restauratore Valerio Giorgino di Alezio.

Poco distante, presso il campanile del Duomo, ecco il presepe artistico di Salvatore Bentivoglio a cura dell’associazione culturale “Anxa”, dal 24 dicembre al 6 gennaio, con orari 10-12 e 15-21. Si segnala l’iniziativa collaterale, nel giorno dell’Epifania, con la processione per le vie del centro storico al suono della  tradizionale Pastorale gallipolina.

Spazio alla pluralità nella parrocchia di Santa Maria degli Angeli (riviera Nazario Sauro, orari 10-12 e 17-21), dove alla tradizionale rappresentazione della nascita di Gesù, si aggiunge  la mostra dei Piccoli Presepi, 20  manufatti opera di artigiani locali.

Da menzionare le Natività della chiesa di S.Maria del Monte Carmelo (via Fontò),  San Luigi, (via omonima) e quella composta di un’unica scena a raffigurazione classica, realizzata a grandezza naturale utilizzando legno e carta, posta all’interno della Chiesa del Santissimo Rosario (riviera Nazario Sauro), realizzata dai giovani della Confraternita, che  per tutto il periodo delle festività natalizie sarà visitabile dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 21. Buona visione a auguri a tutti.

Francesco Spadafora

Commenta la notizia!