Estate, Torre Suda gongola

by -
0 1197

Tifo da stadio a Torre Suda per la cuccagna

Racale. Giro turistico più che soddisfacente per Torre Suda. L’estate 2011 è stata contrassegnata da una grande affluenza di turisti, come testimoniano i gestori dei locali e i volontari della Pro loco.

«Abbiamo lavorato molto e bene – conferma Stefano Renna, pizzaiolo del Kampurè – la gente ha gradito i nostri servizi e, cosa importante, è ritornata dopo averci scoperto per la prima volta». Il Solatìo, invece, ha chiuso i battenti domenica 11: «C’è stata grande affluenza nel mese di agosto – spiega Lorenzo Salsetti, uno dello staff – i nostri clienti hanno molto apprezzato sia le serate musicali con i dj Morris e Paolo Mele, sia lo stabilimento balneare. Nota stonata, le  lamentele su spiagge sporche e trasporti pubblici quasi inesistenti». Alessio Parata del Mahja parla di un incremento di visite pari al 20%: «I turisti sono rimasti incantati nel gustarsi un aperitivo ammirando il nostro panorama».

Continueranno sino a fine mese gli eventi del Torre Suda Bar, presente con uno stand in Largo Torre in occasione delle Frecce Tricolori, il 17 e 18, poi chiuderemo con una grande grigliata il 23, come rivela il barman Davide Schiavone. Al Cafè del mar, saranno ancora tante le note da suonare. Il 9 si diffonderà il rock dei “Crickets”, il 16 protagonisti i “Celentarock”, quindi il 30 gli amatissimi “Rino’s garden”. Tutti i sabato sera, inoltre, Max Del Buono da Radionorba in consolle. «Sinora – commenta Aldo Garofalo, uno dei tre soci del locale – è stata una stagione davvero soddisfacente».

Estate di intenso lavoro anche per i volontari della Pro loco, quest’anno in Largo Torre, sede più centrale rispetto al passato e che ha portato  più contatti: «Esperienza faticosa, ma ne è valsa la pena – commenta il vicepresidente Sergio Rizzo -siamo partiti da zero e con un po’ di timore nell’affrontare un impegno simile senza contributi del Comune, i cui rappresentanti non si sono mai visti dalle nostre parti.

Credo che abbiamo conseguito dei buoni risultati, grazie agli sponsor privati che sono subito stati reinvestiti per organizzare serate danzanti, commedie teatrali e il memorial “G. Toma”, che è stato il nostro fiore all’occhiello. Nella prossima stagione  ritorneranno anche le sagre culinarie».

MM

Commenta la notizia!