Estate sotto il cielo di Alliste e Felline

by -
0 2228

Donne intente a fare la pasta fresca nella sagra dello scorso anno

Alliste. Musica, vino e cibo sotto le stelle. Segno distintivo dell’estate allistino-fellinese sarà questo connubio perfetto che affonda le sue radici nell’antichità: “nunc est bibendum” (“ora bisogna bere”) cantava il poeta latino Orazio. E l’aria festosa permeerà Alliste e la sua frazione per oltre dieci serate tra luglio e agosto.

Il borgo di Felline, con i suoi suggestivi vicoli sui quali si affacciano le antiche case a corte, farà da cornice alla maggior parte delle iniziative.
Serata d’ouverture l’11 luglio con la musica popolare degli “Artetika” che diletteranno l’udito degli avventori alla “Festa della birra e della salsiccia”, organizzata dal comitato di S. Antonio.
Lo stesso gruppo parrocchiale rinnova l’appuntamento al 27 luglio per la “Sagra della salsiccia e te cose noscie” che sarà animata dai ritmi “tarantati” dei “Tammurria”.
Ritornano anche le “gustose” kermesse più attese dai turisti: la “Sagra della patata” (22 luglio) e la “Sagra della polpetta” (8 agosto), a cura dell’Associazione Pro loco di Felline, delizieranno tutti con i loro sapori e con i suoni tradizionali degli “Aria Frisca” e degli “Alla Bua”. Una sagra per il restauro della tela della Madonna del Rosario: a questo andranno i proventi della “Sagra della pasta fresca” coordinata dai gruppi parrocchiali (Caritas e Azione Cattolica) che fanno capo alla chiesa di San Leucio martire.
L’ultima serata fellinese è quella del 12 agosto: la pizzica de “Lu Rusciu Nosciu” sarà il sottofondo della “Sagra della carne ferrata” a cura dell’Adovos.

Anche la sezione allistina dei volontari affida a due serate il compito di sensibilizzare alla donazione del sangue: una “Cuccagna notturna” si svolgerà il 31 luglio in zona Pilella e una serata teatrale con la compagnia Alitzai il 1° agosto in località Posto Rosso. E si rimane lungo il “chilometrico” litorale allistino per la “Sagra della municeddha” (13 agosto) organizzata dall’Azione cattolica nell’ambito della festa dei SS. Medici in località Pilella. Dulcis in fundo, la festa della Madonna della Luce, in località Capilungo, farà da cornice alla “Sagra della pasta fresca e del pesce fritto” (22 agosto) a cura della Caritas.
Ancora in via di definizione le date della nota rassegna “Il canto delle cicale”.

RR

Commenta la notizia!