Estate: piovono multe

by -
0 1461

vigili urbani ingresso centro storico gallipoli

GALLIPOLI. Eventi musicali di valenza internazionale; flussi turistici tra i più “animati” e consistenti; abusi e abusivi di ogni risma e dappertutto; circolazione caotica e straripante a causa di violazioni varie; malfattori giunti anche da fuori, che vanno dove c’è movimento di soldi: questo ed altro hanno cercato di fronteggiare – al pari delle assolutamente insufficienti forze di polizia – i vigili urbani gallipolini, guidati dalla dottoressa Paola Vitali.

«L’estate appena trascorsa si è distinta certamente per l’esorbitante flusso di presenze registrato; il ricco calendario di eventi ha messo Gallipoli al centro delle attenzioni particolarmente giovanili. In questo contesto – è il commento della comandante dei vigili –  abbiamo lavorato per fronteggiare le emergenze che la massiccia presenza di giovani ha provocato, presidiando al massimo i punti nevralgici, anche attraverso un nuovo servizio espletato nelle ore notturne. Un impegno notevole per il  Corpo di Polizia municipale a cui va il mio plauso ed i miei ringraziamenti. Adesso siamo già al lavoro per analizzare le criticità riscontrate per programmare al meglio la prossima stagione».

Alle parole si fanno seguire i numeri, anche questi da giudicare. Eccone alcuni in anteprima: il controllo della velocità (autovelox) dal 15 aprile al 23 settembre ha prodotto 11.990 verbali; il photored, dal 13 febbraio al 13 settembre ha registrato 950 infrazioni; da inizio anno al 24 del mese scorso i verbali elevati dai vigili sono stati 2.403, mentre i soli ausiliari (sei assunti da giugno e altri dieci dal 10 agosto) ne hanno fatti 7.400. Le violazioni del divieto di ingresso nel centro storico hanno infine registrato quasi 13mila casi da giugno a settembre.

Tra le novità, oltre ai controlli autovelox “senza risorse aggiuntive per il personale”, come sottolinea l’assessore Tony Piteo) e i servizi notturni fino alle 5, anche quella di accompagnare il deflusso di spettatori e frequentatori dai grandi concerti. Tutte le notti dal 9 agosto in poi i vigili hanno  controllato gli orari oltre i quali l’intrattenimento musicale doveva essere concluso, in particolare nei lidi balneari. Tra attività musicali senza autorizzazioni e licenze, oltre gli orari consentiti o per eccessive presenze ben oltre il numero autorizzato, una ventina di verbali sono stati affibbiati a lidi, esercizi pubblici, discoteche e bar; una quindicina  quelli per occupazione abusiva di suolo pubblico. «Abbiamo fronteggiato una metropoli con 17 vigili e 16 ausiliari – dice l’assessore Tony Piteo, che ringrazia per la collaborazione il consigliere comunale Paolo Barba e il Corpo dei vigili – ora siamo al lavoro per rivisitare il piano traffico, stringere sulle occupazioni abusive di suolo pubblico e destagionalizzare alcuni eventi agostani».

Commenta la notizia!