Emiliano a Casarano per il nuovo lotto dell’ospedale: il “Ferrari” spera nel rilancio

Casarano – Il presidente della Regione Michele Emiliano sarà a Casarano per la posa della prima pietra della quarta torre dell’ospedale “Ferrari”. Lunedì 9 luglio, alle 16, è in programma la cerimonia ufficiale alla presenza del direttore generale della Asl Lecce Ottavio Narracci, del vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli monsignor Fernando Filograna e del sindaco Gianni Stefàno. Non sarà un semplice cerimonia, però, visti i rapporti a lungo burrascosi intercorsi tra Regione e Comune, ovvero tra Emiliano e Stefàno, prima del recente “disgelo” che ha visto i due protagonisti di uno scambio di lettere improntato al reciproco rispetto.

La speranza della comunità casaranese è che la presenza del Governatore regionale in città possa portare ad una concreta apertura del progetto degli “Ospedali riuniti” (con Gallipoli già di primo livello nel Piano di riordino ospedaliero) scongiurando il definitivo declassamento del “Ferrari”. Il comitato civico “Pro ferrari”, con il presidente Claudio Casciaro, parla, infatti, della posa della prima pietra come “momento fondamentale per il rilancio del “Ferrari”.  Per un totale di 14,2 milioni di euro (garantiti dal Programma di investimenti sanitari della legge 67 del 1988) si provvederà non solo a realizzare la nuova quarta torre ma anche a completare ed adeguare a norma la terza, a rinnovare le attrezzature tecnologiche e ad ottenere il necessario accreditamento istituzionale delle strutture. La Asl, da parte sua ha sempre spiegato che le opere in programma non entrano in conflitto con quanto previsto dal Piano di riordino ospedaliero che ha declassato l’ospedale cittadino con la chiusura di alcuni reparti (chirurgia pediatrica e ostetricia su tutti).

 

 

Commenta la notizia!