Rapine, furti, persino un sequestro: un crescendo allarmante

La caserma dei Carabinieri di CasaranoCasarano. Emergenza violenza a Casarano che si manifesta sia in modo “gratuito”, come quella sportiva dopo la partita Casarano-Ischia di domenica scorsa, sia con “profitto”, il bottino delle rapine ai danni di commercianti. In ogni caso  una situazione che desta seria proccupazione nei cittadini.

Ormai lo dicono tutti che gli atti di violenza e di aggressione che si manifestano negli stadi sono figli della violenza metropolitana che non ha niente da spartire con lo sport, come dimostra l’episodio di domenica scorsa. La partita Casarano Ischia era finita con un 4 a 2 per la squadra ospitante ma la violenza degli ultras si è scaricata con una sassaiuola contro il pullman degli isolani che sono riusciti a partire solo qualche ora dopo scortati dalla polizia. Leggermente feriti tre ischitani, tra cui l’autista. Nell’ambito sportivo non è la prima volta che si verificano episodi di violenza: a novembre scorso i tafferugli avevano interessato la partita di volley contro la squadra dello Squinzano.

Preoccupante il ripetersi di rapine tentate e portate a termine ai danni di commercianti o di inermi cittadini. L’ultima ha interessato la farmacia Stea al centro di Casarano, in via Calatafimi. Un uomo con il viso travisato da un passamontagna è entrato nella farmacia e ha minacciato la titolare e i presenti con una pistola. Si è fatto consegnare circa 1500 euro e si è subito dileguato . Come si può immaginare, grande spavento delle persone che hanno assistito alla rapina. Un sequestro-rapina ha interessato un 40enne che all’una di notte è stato fatto salire su un’auto da tre malviventi, anche questi travisati, che lo hanno portato fino ad Ugento e gli hanno rubato quello che aveva, 150 euro.

Un altro episodio è stato denunciato da Andrea Monsellato, contitolare del ristorante-bar “Made in Italy” nei pressi degli uffici Inps: alla chiusura del bar, mentre stava salendo in macchina gli si sono avvicinati due uomini che gli hanno chiesto di consegnare il denaro. Alla risposta negativa di Monsellato, si sono allontanati. Ma la settimana scorsa un’altra rapina era andata a segno ai danni di Agostino Malorgio, titolare del ristorante-pizzeria Enjoy pub di Casarano mentre ritornava a casa, a Collepasso. Bloccato sulla strada è stato costretto a consegnare l’incasso della giornata, tremila euro.

Altre due rapine erano avvenute nelle settimane scorse: una ai danni di un commerciante di giocattoli e l’altra di un dipendente di un supermercato. ai danni d commercianti. La tecnica è la solita, bloccati per strada e minacciati. Dopo tanti e ravvicinati episodi si capisce bene come i commercianti siano preoccupati.

Commenta la notizia!