Corsa per il Comune di Racale, l’unico ufficiale resta Metallo

by -
0 713

L’ex assessore Viviano Enrico Causo

Racale. Proseguono gli incontri tra Udc e Fli allo scopo di trovare soluzioni programmatiche e di sviluppo per il territorio di Racale in vista delle prossime elezioni comunali. «Con responsabilità – spiega il consigliere comunale Viviano Causo – si sta cercando di individuare un percorso comune che porti ad una reale condivisione di obiettivi e non solo per fini elettorali.

A breve le due forze politiche presenteranno ai cittadini una proposta seria e credibile frutto di un’ attenta analisi e progettualità. Il percorso è quello della coerenza e non degli spot elettorali o le solite, inutili, promesse elettorali, perché c’è bisogno di chiarezza sul territorio dei soggetti politici che propongono e si assumono le responsabilità delle proposte fatte per l’intera collettività e non per il singolo cittadino».

Ad oggi, aggiunge Causo,  “le due forze sono intente all’individuazione di un programma di sviluppo del territorio. Il sodalizio ripercorre quello che sta accadendo anche a Lecce, con il consolidamento del terzo polo. Quello che sicuramente non potrà accadere è che il terzo polo si pieghi alla logica dei “padroni” della politica racalina in maniera passiva senza al limite esprimere un proprio candidato”. Il partito diCasini in questi giorni ha anche celebrato il proprio congresso cittadino.

Il resto del panorama pre-elezioni si va comunque delineando. Il movimento “Io amo Racale” ha ribadito, come già annunciato alcuni mesi fa, di voler sostenere il candidato del Pd, Donato Metallo, consigliere comunale uscente. «Se c’è una speranza per questo paese, si chiama Donato Metallo», si legge sulla pagina di facebook del movimento.

Nel centrodestra i nomi in ballo, quasi tutti provenienti dalle amministrazioni del sindaco Massimo Basurto, che dovrà lasciare il Municipio, sono ancora tutti lì e sarà probabilmente l’intervento degli organi provinciali del Pdl a sbrogliare la matassa. Resta da vedere infine l’orientamento che prenderà l’altro movimento “Con Racale e Torre Suda nel cuore”.

Commenta la notizia!