Comune o Supercomune?

by -
1 784

SI ACCENDE IL CONFRONTO Dall’alto a sinistra in senso orario, Fernando Proce, del movimento “Con Racale e Torre Suda nel cuore”; l’on. Lorenzo Ria; il sindaco uscente Massimo Basurto e Stefano Minutello, che è anche consigliere provinciale

Racale. Quale ruolo, primario o secondario che sia, interpreterà nel film delle prossime elezioni comunali a Racale, lui che è stato per anni sindaco a Taviano, ancora non è chiaro. Di sicuro, il feeling con il movimento “Diversi per Passione” appare consolidato.

L’on. Lorenzo Ria spiega le ragioni della sua scelta e quale potrà essere il suo coinvolgimento: «La mia collaborazione con “Diversi per Passione” – spiega il deputato – è nata perché ho condiviso da subito la proposta, lanciata dal Movimento nell’aprile scorso, di fondere i Comuni di Taviano, Racale, Melissano e Alliste in un unico ente.

A questa lungimirante proposta sono poi seguiti due incontri pubblici a Taviano e a Racale, cui ho partecipato attivamente come sostenitore dell’idea, per coinvolgere anche i cittadini e le associazioni locali in un’iniziativa che può rappresentare una svolta concreta per il nostro territorio, in termini di sviluppo e di competitività».

Sull’interrogativo se poi sia concretamente realizzabile il progetto della fusione di cui si parla da anni Ria chiarisce: «Proprio perché l’Unione dei Comuni è un sistema che non funziona più, la gestione associata dei servizi fra comuni limitrofi va concepita in chiave diversa. Anche il legislatore si sta spingendo a disegnare forme di cooperazione tra piccoli enti che prevedono l’esercizio congiunto di tutte le funzioni comunali, ai fini del contenimento della spesa e della ottimizzazione delle risorse pubbliche »

A bacchettare Ria arriva però il consigliere provinciale Stefano Minutello, eletto tra le file di Azzurro Popolare ed ora appartenente al Gruppo misto Pdl: «Mi chiedo come mai l’onorevole Ria si rifà vivo puntualmente in ogni campagna elettorale a Racale dopo essere stato assente per cinque anni e non si sia mai preoccupato del nostro territorio. Lodevole il progetto della fusione ma Racale ha bisogno di ben altri interventi: arredo urbano, viabilità, pulizia, rivalutazione del centro storico e della marina».

Per il resto, il Pdl è al lavoro per continuare il programma avviato dall’attuale maggioranza con le voci, nonostante le cosuente smentite, riguardanti i soliti papabili al ruolo di candidato sindaco ovvero il consigliere provinciale Francesco Cimino , l’assessore Jimmy Nuzzo e le rivendicazioni ad una maggiore confronto politico e considerazione da parte di Minutello. Aperto al dialogo con le altre forze l’Udc, in campo, in cerca di collocazione, ci sono anche Futuro e Libertà e i Cattolici Democratici. Da delinearsi ancora le posizioni di “Io Amo Racale”  e dell’altro movimento “Con Racale e Torre Suda nel cuore” capeggiato dal noto speaker radiofonico Fernando Proce che ha già annunciato di essere pronto a presentarsi da solo.

Attilio Palma

Commenta la notizia!