Elezioni comunali a Racale: tutti alle prove

by -
0 849

Il Comune di Racale

Racale. Scontro a tre in vista delle prossime elezioni comunali a Racale? A scommetterci ora, sembrerebbe proprio di sì anche se gli apparentamenti tra gruppi e partiti non è ancora ben delineata.

Da una parte c’è il Pdl e il neonato movimento “Alleanza per Racale” che verte sull’asse composto dal vicesindaco e consigliere provinciale Francesco Cimino e dall’assessore Jimmy Nuzzo, entrambi accreditati per un ruolo di futuro candidato sindaco.

Vari contatti sono in corso ed anche qualche nome sembra essere stato fatto per la composizione della lista. Contatti, ad esempio, anche col movimento “Per Racale e Torre Suda nel Cuore” capeggiato dallo speaker radiofonico Fernando Proce.

Sembrerebbe essere in atto un tentativo, poi, di una coalizione al centro tra Udc e Partito democratico con “Futuro e Libertà” e “Puglia  prima di tutto” possibili partner.

Un ostacolo potrebbe essere rappresentato dal fatto che l’Udc ha scelto il nome di Luigi Gravili quale candidato sindaco e il Pd quello di Donato Metallo e queste indicazioni non parrebbero rimuovibili.

A tal proposito, sarebbe previsto un incontro a livello provinciale nei prossimi giorni. L’Udc avrebbe anche avuto approcci con “Diversi per Passione”, movimento che punta a candidare l’on. Lorenzo Ria rilanciando l’idea della fusione dei quattro comuni (Melissano, Racale, Taviano, Alliste-Felline) ricevendo segnali di dialogo.

Da registrare anche un presunto avvicinamento (il condizionale è d’obbligo) da parte del consigliere provinciale del Gruppo misto Pdl Stefano Minutello al Pd a cui avrebbe proposto un passo indietro sulla candidatura Metallo (e la propria) con l’alternativa di un terzo nome, quello di Antonio Salsetti.

Ma il Pd avrebbe risposto picche. Sembra sempre deciso a presentarsi da solo, in testa ad una civica, l’assessore uscente Flavio Carlino ma non è da escludere possa alla fine ritrovarsi in qualche altra coalizione.

In attesa di eventuale collocazione il comitato residenti Torre Suda, i Cattolici democratici e l’Italia dei Valori.

Va infine precisato che i consiglieri comunali da eleggere a Racale, che ha più di 10mila abitanti, sono 16 più il sindaco; massimo cinque saranno poi gli assessori da nominare, ai quali va aggiunto il delegato per la marina di Torre Suda che, per statuto comunale, rappresenta il sindaco in qualità di ufficiale di governo.

Commenta la notizia!