Pure un telefono nella lotta ai barbari

by -
0 530

Fernando D'Aprile, direttore di Piazzasalento

Non potete avercela con noi né con coloro che, a ritmo continuo, inviano foto e testi.  Non si rassegnano loro e non ci rassegniamo noi. Stavolta tocca a Taurisano mostrare le proprie miserie, altre immondizie sparse qua e là.
S’invocano controlli serrati (ma come si fa in un territorio così vasto e intensamente popolato?), s’addossano colpe che solo in parte possono risiedere nel Palazzo (anche quando si è fatto tutto in quelle stanze, lo stesso il violentatore colpisce di nascosto).
è una violenza odiosa che subiscono tutti coloro che  amano per davvero questa terra, perché è la loro terra. Non si può stare ad imprecare mentre ci avvelenano la falda acquifera, i campi, l’aria persino. Non è solo il presente che va a farsi drogare, ma soprattutto il futuro.
Alcuni anni fa, in un tratto dello sterminato lungomare di Miami, in Florida, attaccato ad un palco all’aperto c’era un cartellino: “in caso di vandalismi e di graffiti chiedete aiuto al numero…”. Da europei culturalmente sofisticati ci dicemmo: ecco i soliti americani, se non possono prendere la pistola come una volta, impugnano il telefono per far arrivare lo sceriffo…
Non è che – mentre aspettiamo che l’educazione avanzi – è il caso di prendere esempio da loro?

Commenta la notizia!