L’ex “167” di Gallipoli si fa bella con 5 milioni

di -
0 654

Gallipoli. Riqualificazione delle periferie in arrivo con la Regione  pronta ad erogare circa 5 milioni di euro. Con l’approvazione del Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile (i cosiddetti Pruacs) si metteranno presto in cantiere alcuni interventi di edilizia sociale e di recupero dell’arredo urbano, soprattutto nella zona ex-167.

La giunta di via Capruzzi aveva da tempo dato il via libera al finanziamento di quattro Pruacs in tutta la regione con il Comune di Gallipoli che si è classificato al secondo posto in graduatoria ottenendo un sostanzioso  coofinanziamento di 4milioni e 993mila euro. Ora la sottoscrizione dello schema di accordo di programma per l’attuazione del Piano di riqualificazione, di fatto rende esecutive le opere che saranno realizzate nell’area compresa tra viale Europa, via Torino e l’ex complesso conventuale dei “Cappuccini” di corso Italia.

Il progetto in questione, di portata considerevole, prevede nello specifico la costruzione di ben 32 nuovi alloggi di modesta superfice nell’area dell’ex convento da realizzare secondo le più recenti normative in materia di risparmio energetico in favore delle fasce sociali più deboli, compresi anziani soli, giovani coppie e famiglie meno abbienti di cui 16 (ma la ditta esecutrice ha chiesto di poterne realizzare una ventina) costruiti da privati ed i restanti frutto della sinergiatra Amministrazione comunale ed Istituto autonomo case popolari con un intervento di finanziamento delle opere di ulteriori 700mila euro. Si tratta di abitazioni dal rendimento energetico ottimale, a canone “sostenibile”, che non potranno essere vendute prima di 25 anni e che verranno affittate nel rispetto delle graduatorie degli aventi titolo vigenti al momento dell’assegnazione.

Cinque locali saranno destinati a servizi di quartiere quali l’ufficio per lo sviluppo economico e sociale per soggetti disagiati, il centro ricreativo per anziani, il consultorio familiare, la ludoteca e la biblioteca –emeroteca.

Ma il progetto di riqualificazione urbana (varato dalla precedente amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Venneri e dagli ex assessori Pippi  Barba e Giovanni Pisanello) prevede anche la riqualificazione dell’ex mercatino di viale Europa (ora occupato abusivamente) destinato a diventare un contenitore polifunzionale da usare essenzialmente per attività giovanili quali danza, recitazione ed attività ricreative in genere rappresentando una sorta di “cittadella” dei ragazzi.

Inoltre si riqualificherà anche via Torino, sia ammodernando l’arredo urbano sia realizzando due rondò nella parte iniziale e finale, e verrà recupererà l’area di via Pavia e di viale Europa, compreso il verde, il viale stradale e il parco che insiste tra le vie Palermo ed Ancona. È in programma, infine, anche la manutenzione straordinaria e il miglioramento del rendimento energetico per una trentina di alloggi popolari dei palazzoni Iacp di viale Europa.

Commenta la notizia!