Ecogiovani fra poco “InOnda”

Da sinistra Patrizia Giaffreda, Serafino Scigliuzzo, Roberto Perrone e Renato Pacella del laboratorio urbano

Gallipoli. È solo questione di pochi giorni e il progetto “Ecogiovani Inonda” verrà portato nelle piazze e nelle scuole  per sensibilizzare e coinvolgere tutta la cittadinanza sul problema dei rifiuti con un’azione dirompente e prolungata.

È quanto emerso dalla conferenza stampa del 16 febbraio tenutasi  nei locali del chiostro di San Domenico, con la presenza del responsabile del progetto Serafino Scigliuzzo, Patrizia Giaffreda, rappresentante di Legambiente, Renato Pacella e Roberto Perrone  per  Emys (associazione capofila del progetto). Il progetto Ecogiovani Inonda, vincitore del bando regionale “Per il sostegno alla gestione di spazi pubblici per la creatività giovanile”, nato dalla collaborazione tra Ats Liberal’Arte e un gruppo informale di giovani che frequentano il laboratorio, ha lo scopo di sensibilizzare i gallipolini (ma anche i turisti) sulla raccolta dei rifiuti, in particolar modo durante il periodo estivo. L’idea prevede sia delle azioni da svolgere all’interno del laboratorio, sia all’esterno. Prevista la realizzazione di un cortometraggio da presentare nelle scuole, il coinvolgimento dei più piccoli con lavoretti manuali fatti con materiali riciclati e festicciole a tema, mentre per i più grandi si prevedono incontri mensili per presentare lavori letterari o cinematografici. Ci saranno anche  eventi pubblici in piazza con videoproiezioni giganti sugli edifici e l’esposizione di opere d’arte fatte solo con rifiuti.

Per informazioni ci si può rivolgere al chiostro dei domenicani nel centro storico dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30.

  ADM 

Commenta la notizia!