Ecco La Reggia, però solo di nome come rivalutare 600 metri di costa

by -
0 1155

La Reggia

Galatone. Giunta quest’anno alla sua terza edizione, si svolgerà mercoledì 22 agosto, la giornata di sensibilizzazione ambientale “Questa Reggia non è un albergo!”. Nel gioco di parole l’intento di tutelare e valorizzare una delle località più apprezzate dell’intero Salento.

L’evento è, infatti, organizzato in località “La Reggia”, tratto costiero appartenente al comune di Galatone (tra Santa Maria al Bagno e Lido Conchiglie).

Artefice dell’iniziativa un comitato di cittadini galatonesi che mirano alla sensibilizzazione della popolazione, degli amministratori e dei turisti sulla necessità di salvaguardare l’ambiente costiero e a ribadire l’importanza della raccolta differenziata. L’intento dei promotori è quello di trasformare “La Reggia” in parco naturale.

La giornata sarà così articolata: dopo la pulizia del tratto costiero, che si svolgerà dalle 17 alle 19 circa (ai partecipanti verranno forniti guanti e sacchi ecologici per la raccolta e la differenziazione dei rifiuti giacenti sulla costa), seguirà un dibattito, durante il quale interverranno l’assessore alle Politiche ambientali del Comune di Galatone, Ivan Roseto, rappresentanti del Gal Serre Salentine e del Gac Jonico Salentino, e dell’associazione di categoria Coldiretti.

Si parlerà della possibilità di impiegare finanziamenti europei per stimolare nuove forme di sviluppo sostenibile fondate sulla tutela ambientale e funzionali alla crescita del tessuto economico e sociale della comunità locale: dall’agricoltura biologica e a km zero alla rifunzionalizzazione in chiave agri-turistica di strutture rurali in stato di abbandono, sino alla pesca-turismo ed alla creazione di vincoli paesaggistici per tutelare aree di notevole interesse pubblico.

Tra queste senz’altro il tratto di costa di Galatone. A fine serata ci sarà, inoltre, un rinfresco per i partecipanti. Inoltre, durante tutto l’arco dell’evento, le associazioni ambientaliste attive sul territorio e le aziende eno-gastronomiche locali allestiranno banchetti informativi e degustativi, mentre artisti di strada ed eco-performer arricchiranno la serata con ensamble artistico-musicali sul tema della tutela ambientale.

Commenta la notizia!