E il coro canta per il suo compleanno

di -
0 793

La Corale, nella sala consiliare, durante l’esibizione per i 150 anni dell’Unità d’Italia

Taurisano. Trentacinque. Sono gli anni di onorato servizio della Corale taurisanese, fondata nell’ormai lontano 1976. Un’assemblea canora polifonica, a quattro voci, fortemente voluta e diretta in tutti questi anni da un vero appassionato della musica sacra: il maestro don Leonardo Salerno.

Passione, sacrificio e prove. Da trentacinque anni l’appuntamento è ogni settimana, il martedì e il venerdì.
Della Corale, che nella sua lunga carriera è arrivata a stupire con le sue esibizioni anche il compianto Giovanni Paolo II, fanno parte circa 35 elementi.

La prima esibizione ufficiale avvenne nel 1978, in occasione del restauro del famoso organo della chiesa di San Nicola Magno di Salve. Da allora, la Corale taurisanese ha inanellato una serie di successi di pubblico e critica. Tra gli appuntamenti più importanti, vanno ricordati la messa in mondovisione su Raiuno nel 1988 e l’udienza in Vaticano con Papa Wojtyla nel 1996.

In occasione di un anniversario così importante non ci poteva essere festeggiamento migliore di un gran concerto di musica sacra. La manifestazione si è svolta lo scorso 19 giugno, nella Chiesa di Maria Santissima Ausiliatrice, alla presenza del vescovo Vito Angiuli. È stato un momento di sintesi, un punto fermo dopo tanti anni di lavoro e di impegno condiviso portato avanti con passione ed entusiasmo, elemento necessario in un percorso così lungo.

Finita la festa e calato il sipario sui festeggiamenti, si pensa già al futuro e si è tornati a lavorare per il prossimo concerto che si terrà a Natale.

«Quest’anno – afferma il maestro don Leonardo Salerno, diplomato in organo e composizione organistica – abbiamo in mente di produrre un cd con le nostre esibizioni più belle».
Un vulcano di idee, don Leonardo, che non si ferma un solo istante. C’è da scommettere che la musica, per lui come per i componenti della Corale taurisanese, è molto più di un semplice pentagramma: è passione, prima d’gni altra cosa.

Gabriella Rosafio

Commenta la notizia!