“È caduta? Vada a Casarano”

by -
1 1509

ospedale gallipoli  pronto soccorso (4)

CASARANO. «Pronto soccorso dell’ospedale di Gallipoli sotto stress in agosto? Lo scrivete voi… ma di certo a luglio non lo era, eppure non si sono comportati proprio bene nel mio caso, a differenza dei loro colleghi di Casarano, molto più corretti e precisi»: ha preso spunto dall’articolo sul “Sacro Cuore” del numero precedente la testimonianza di un gallipolino, Carlo Napoli, la cui vicenda da raccontare comincia il 14 luglio scorso, una domenica.

«Mentre camminavo con mia madre, 86enne, è caduta e si è fatta male ad un braccio. L’ho portata subito al Pronto soccorso di Gallipoli ma, appena giunti, senza neanche visitarla ci hanno detto di andare a Casarano perchè “qui Radiologia non funziona”. Sottolineo che la sala d’aspetto in quel momento, saranno state le 19,30, era vuota». Senza replicare, il signor Napoli ha portato la genitrice al “Ferrari”: «Lì un medico l’ha visitata, le hanno fatto le lastre e il giovedì successivo l’hanno operata per la frattura dell’omero. Ma io non mi sono fermato: sono stato dall’Ufficio relazioni col pubblico di Casarano e ho notato la sorpresa loro nell’apprendere che Radiologia di Gallipoli era fuori uso: “Ancora la devono aggiustare?” ha commentato un operatore». A Piazzasalento risulta che quella stessa domenica di luglio un altro paziente di Alezio, è stato smistato a Casarano.

«All’Urp del “Ferrari” mi hanno spiegato come deve funzionare un Pronto soccorso: il medico di turno non può esimersi dal visitare un paziente; almeno il braccio dolorante a mia madre doveva essere messo in sicurezza e poi doveva essere trasportata in ambulanza. Perchè non è stato fatto? Ho scritto al direttore sanitario di Gallipoli ma di risposta neanche l’ombra. Ho comunque presentato un esposto all’Urp casaranese e sto valutando latre vie». Al “Sacro Cuore” dal reparto di Radiologia nel confermare che domenica 14 luglio le apparecchiature erano parzialmente fuori uso, smentiscono però che il guasto fosse vecchio e si sia protratto a lungo: «Sono inconvenienti fisiologici, capitano in tutti gli ospedali», hanno concluso.

Commenta la notizia!