Distretto del commercio, avviso pubblico per chi vuole parteciparvi. Primo incontro il 25 settembre

Stefano Minerva

Gallipoli – C’è ancora tempo per manifestare il proprio interesse a far parte della neonata associazione del Distretto urbano del commercio di Gallipoli. L’avviso pubblico è stato reso noto sul sito del Comune il 20 agosto e in via Pavia sono arrivate le prime adesioni. Nell’ottica dello strumento varato da Regione, Confcommercio e Confesercenti, di una rete innovativa e attiva tra commercio, turismo e artigianato, vi possono partecipare associazioni imprenditoriali, organizzazioni sindacali, associazioni di tutela dei consumatori, associazioni di volontariato, associazioni culturali, ricreative, sportive, del tempo libero “che saranno impegnate con risorse ed idee a sostenere la nascita e lo sviluppo di questa nuova modalità di organizzazione del commercio urbano, riconoscendone il forte grado di innovazione nella prospettiva di una valorizzazione dell’offerta urbana come azione collettiva di sistema in risposta alla crescente affermazione competitiva dei poli commerciali extraurbani”, come si legge nella nota del Comune a firma del Sindaco Stefano Minerva, che nella distribuzione delle deleghe ai nuovi assessori ha tenuto per sé quella del Commercio oltre alla Cultura.

Un fondo di 55mila euro Il progetto di distretto di Gallipoli è stato finanziato dalla Regione con 55mila euro. Questi soldi dovranno servire a realizzare, coinvolgendo tutti i soggetti portatori di interessi collettivi e finalizzati allo sviluppo economico e sociale del territorio, una politica organica di valorizzazione del commercio nel centro urbano; la promozione dell’aggregazione degli operatori per la realizzazione di politiche e di servizi comuni; una più intensa collaborazione tra l’Amministrazione comunale, le associazioni di categoria, gli operatori commerciali e dei servizi; la valorizzare le specificità cittadine e l’aumento del livello di servizio commerciale presente attualmente: Infine tra gli obiettivi figura anche quello di “favorire l’interrelazione tra commercio, artigianato e turismo, ai fini della valorizzazione dei prodotti locali”.

La prima riunione generale dell’associazione e di quanti avranno prodotto la “manifestazione d’interesse” compilando il modulo presente sul sito del Comune o andando direttamente s prenderlo dalla responsabile del settore Attività produttive, dottoressa Teresa De lorenzis, si dovrebbe tenere, salvo modifiche nei prossimi giorni, il 25 settembre preso la Biblioteca Sant’Angelo nel centro storico. la manifestazione d’interesse equivale quale “dichiarazione di disponibilità ad un successivo incontro promosso dall’Amministrazione comunale”.

 

Commenta la notizia!