Confini tra Ugento e Taurisano: intesa (difficile) cercasi

by -
0 1065

Il confine tra Ugento e Taurisano

Taurisano. «I confini tra Taurisano e Ugento sono da rifare»: il Comune amministrato da Lucio Di Seclì chiede al suo vicino la cessione di una porzione di territorio, e le polemiche non tardano ad arrivare.

L’obiettivo dell’amministrazione di Taurisano è quello di risolvere i problemi di molti cittadini residenti in alcune zone di territorio che, seppur appartenenti al feudo di Ugento, sono vicinissime al centro abitato di Taurisano, e da quest’ultimo Comune ricevono tutti i servizi (raccolta dei rifiuti, consegna della posta, controllo del territorio, ecc.). Durante la seduta consiliare del 25 gennaio si è discusso della convocazione di un tavolo tecnico tra i due Comuni.

«Le nostre intenzioni – spiega l’assessore all’Urbanistica Francesco Damiano – sono di giungere ad un accordo con Ugento senza imporre nessuna scelta e andando incontro alle esigenze dei cittadini che risiedono in quelle zone». L’argomento è stato condiviso anche dall’intera opposizione.

«Anzi – sottolinea il consigliere di Rifondazione Salvatore Rocca -, siamo stati noi a chiedere al sindaco di discutere di questo argomento in Consiglio. Tra l’altro abbiamo scoperto che quella zona nei secoli scorsi apparteneva a Taurisano. Non ne facciamo, comunque, una questione campanilistica: vogliamo il bene dei cittadini». D’accordo anche il consigliere del Psi Antonio Micaletto, che, però, avverte: «Speriamo che il progetto non rimanga solo un atto di indirizzo, così come è successo in passato».

La proposta – come era prevedibile – non è stata accolta con salti di gioia dagli ugentini. Il sindaco Massimo Lecci, spiegando che è in corso uno studio di fattibilità per la creazione di un’Unione di Comuni tra Ugento, Taurisano, Presicce e Acquarica del Capo (alla quale demandare molti dei servizi ora svolti autonomamente, come quello della raccolta dei rifiuti), afferma: «Il Comune di Ugento presto attiverà l’Ufficio di Pug, che ci aiuterà a mettere mano allo strumento urbanistico, fermo restando che la modifica della circoscrizione territoriale è di un’importanza troppo delicata per essere affrontata senza una proposta che il Comune di Taurisano, ad oggi, non ha formalizzato. Nella generalità non esprimo nessuna considerazione».

Netta contrarietà arriva, poi, dal Pdci ugentino. Il consigliere Angelo Minenna e il segretario Marco Colitti parlano di «richiesta anacronistica e, per certi versi, fuori luogo» e si dicono convinti che «bisogna ragionare nell’ottica di un “grande Salento”, anziché accampare diritti su terreni storicamente ugentini, così come attestato da studi storici». Il partito spiega che nei prossimi giorni saranno presentate alcune deduzioni ai due sindaci e, infine, ammette: «Occorre che Ugento fornisca i dovuti servizi ai nostri concittadini residenti in quelle contrade, cominciando dalla raccolta dei rifiuti».

Pierangelo Tempesta

Commenta la notizia!