Dirigente-tifoso troppo “acceso”: con il Daspo due anni di divieto di accesso alle manifestazioni sportive

Nardò – Divieto di acceso alle manifestazioni sportive per due anni ad un dirigente della squadra di basket di Nardò per “reiterati comportamenti violenti”. Gli episodi incriminati si sarebbero verificati nel corso delle gare di basket contro il Mesagne ed il Val di Ceppo. Il 60enne, tra l’altro, era stato già sanzionato con Daspo per per altri comportamenti illeciti sul campo di calcio nel corso della stagione 2017/18. In particolare, fa sapere la Questura di Lecce, lo scorso primo marzo il dirigente sarebbe intervenuto al termine della gara di basket aggredendo con frasi offensive e minacciose la coppia arbitrale mentre gli agenti di Polizia erano impegnati nel far defluire i tifosi locali per poi consentire l’uscia dagli spogliatoi dei giocatori ospiti.

Il precedente In altro incontro di pallacanestro della stessa stagione, inoltre, stessi comportamenti sarebbero stati riservati ad un operatore della Polizia scientifica impegnato nel riprendere con una videocamera quanto stava accadendo nell’impianto di gioco. Ad aggravare la situazione concorre l’istigazione verso il pubblico ad inveire contro gli operatori delle forze dell’ordine. Per tali fatti l’uomo è stato denunciato in stato di libertà e lo scorso 5 settembre il Tar ha pure respinto l’istanza di sospensione dell’esecuzione del Daspo emesso dal Questore di lecce il 23 marzo.

Commenta la notizia!