Differenziata, si fa così

il bidone di raccolta abiti usatiMELISSANO. Niente più scuse, adesso nessuno potrà dire di non sapere come smaltire i propri rifiuti, cosa inserire nei sacchetti, quando e come consegnarli agli addetti alla raccolta. Il Comune di Melissano continua a battere il tasto della sensibilizzazione al corretto smaltimento dei rifiuti e all’incentivo della raccolta differenziata. I numeri sono incoraggianti, ma non basta un incremento al 31% della differenziata (mese di maggio, ultimo dato disponibile) e una diminuzione di 111 tonnellate di rifiuti conferiti in discarica (confronto tra i primi cinque mesi del 2012 e quelli del 2013) per cantar vittoria. C’è ancora molto pressappochismo tra i cittadini che, nonostante qualche progresso, continuano, imperterriti, a smaltire in maniera sbagliata i propri rifiuti, spesso trasformando anche le campagne in discariche a cielo aperto.

In questi giorni, l’Amministrazione comunale ha diffuso un vademecum da seguire per suddividere gli imballaggi di plastica che vanno conferiti nella differenziata da quelli che devono essere smaltiti ordinariamente come rifiuti indifferenziati. In effetti, la linea di demarcazione tra queste due tipologie di rifiuto è spesso molto sottile. Il quadro è ben delineato dal volantino. Per esempio, non sono imballaggi di plastica: utensili da cucina, bacinelle, tubi da irrigazione, giocattoli, al contrario, andranno nel bidone giallo della plastica: bottiglie d’acqua minerale, flaconi di detersivo, posate e vaschette per alimenti. Rifiuti ingombranti e beni durevoli saranno ritirati gratuitamente ogni 1° e 3° giovedì del mese, previa prenotazione al numero dell’Ufficio tecnico (0833-586233 o 34). Gli indumenti usati, infine, purché in buone condizioni, si dovranno depositare negli appositi raccoglitori gialli sparsi per le vie del paese.

Commenta la notizia!