Differenziata ok, si stocca il 25%

by -
0 567

Tuglie. Vola la differenziata, e dopo quattro mesi dall’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani, il dato ufficiale comunicato dal portale ambientale della Regione Puglia indica un soddisfacente ed incoraggiante 25% di spazzatura che, invece di andare a finire nelle discariche, è stato riciclato.
Un risultato esaltante se si pensa che appena sei mesi fa, in sede di bilancio dei dati riferiti a tutto il 2010, a Tuglie era associato un misero 6,78% di differenziata.

Va dunque a gonfie vele il nuovo servizio di raccolta, e la circostanza non poteva che essere commentata favorevolmente dal primo cittadino, il sindaco Daniele Ria.
«Senza dubbio, questo importante traguardo raggiunto – dice Ria – è merito di tutti i cittadini tugliesi che hanno compreso l’importanza del nuovo servizio.
Un servizio che comporta un duplice vantaggio: da un lato ci permette di vivere in un paese più pulito e più funzionale nel settore dello smaltimento dei rifiuti; dall’altro, una volta a regime, ci consentirà di contenere le spese generali per il conferimento in discarica della spazzatura.
E non da sottovalutare è anche la circostanza che con l’avvio del nuovo sistema porta a porta si è potuto provvedere alla regolarizzazione di unità lavorative che prima svolgevano il servizio in sistema di precarietà».
«Il nostro Comune – a parlare è l’assessore all’Ambiente, Antonio Aloisi – è stato chiamato ad organizzare un sistema di raccolta dei rifiuti capace di garantire un maggiore recupero ed un conseguente utilizzo dei materiali riciclabili, ed i primi risultati ottenuti confermano che siamo sulla buona strada. Però non si deve abbassare le guardia e tutti dobbiamo contribuire perché il sistema funzioni al meglio, consentendo alla nostra comunità di modernizzarsi salvaguardando il proprio ambiente al fine di tramandarlo pulito e vivibile ai nostri figli».

Nello specifico, il dato della differenziata riferito a Tuglie in questa prima parte del 2011 indica che nel mese di gennaio è stato differenziato il 18,40% di spazzatura prodotta (29.797 kg dei 161.897 kg totali prodotti), in febbraio il 20,15% (29.288 kg su 145.378 kg), in marzo il picco con il 41,27% (90.479 kg di rifiuti riciclati su 219.234 kg), mente in aprile si è differenziato il 18,04% della spazzatura (31.994 kg su 177.314 kg).

DG

Commenta la notizia!