Di professione pugile

by -
0 1075

La proclamazione di vittoria di Andrea Manco (foto di Marco Palladino)

Melissano. Obiettivo raggiunto: il pugile melissanese Andrea Manco è sbarcato nel mondo dei professionisti. L’atteso evento, per il giovane atleta, si è consumato sabato 11 agosto, a San Cassiano, nel corso di una kermesse pugilistica compresa nel programma delle Olimpiadi del Salento. Manco – che nel maggio scorso ha compiuto vent’anni – ha battuto ai punti il pugile palermitano Angelo Mancuso, in un match valevole per la categoria SuperWelter, prevalendo al termine di sei emozionanti e tirate riprese, contrassegnate dall’alto livello tecnico di entrambi gli atleti. Il fighter melissanese, nato – sportivamente parlando – nella locale palestra “Wing Tsun” di Alessandro Caputo e poi cresciuto sotto la bandiera della “Be-Boxe” di Copertino, ha esordito nel migliore dei modi, bagnando con una bella vittoria l’approdo in Lega Pro. Qualche giorno prima, a Collemeto, nell’ultimo match da dilettante, Manco aveva superato Guglielmo Carata in occasione del “Memorial Alessio Conte”.

Tra il pubblico, a fare il tifo per lui, erano presenti anche due campioni europei del calibro di Leonard Bundu e Devis Boschiero: «Grazie a tutti per avermi supportato in questa grande serata – ha commentato Manco a fine gara – è stata una bella prova e credo che anche il pubblico abbia apprezzato il match. Devo essere sincero: esordire nei professionisti, sotto l’attento sguardo di due pugili come Bundu e Boschiero, non è stato semplice». E chissà come avrà gongolato il padre Gerardo che gli ha trasmesso la passione per la “noble art”, accompagnandolo, passo dopo passo, fino a questo grande traguardo.

MM

Commenta la notizia!