Otranto

Ugento – Mentre alcuni Comuni, gli ultimi, si accingono ad approvare la convenzione (Tricase lo farà il 9 prossimo), la Destinazione turistica Sud Salento nata intorno a Otranto, Leuca e Ugento dalla costa all’entroterra, muove i primi passi, uguali per tutti i componenti. Il Comune che presiede l’Assemblea dei Sindaci, Ugento col suo Sindaco Massimo Lecci, ha inviato ai 35 Comuni l’avviso pubblico da tenere nell’albo pretorio dei Municipi dal 12 novembre al 12 dicembre prossimi.

L’avviso pubblico vuole intercettare gli interessati a far parte del progetto Destinazione Sud Salento tra imprenditori del settore turistico, della gastronomia, dell’agroalimentare, fornitori di servizi, promotori dei beni culturali, ambientali e paesaggistici. Coloro che aderiranno andranno a far parte della Conferenza di partenariato. E’ quanto prevede lo schema di convenzione che assegna a questo organismo composto da un numero massimo di 20 componenti tra rappresentanti dei Gruppi di azione locale (Gal), dei Sac (Sistema culturale e ambientale), dei due parchi regionali esistenti sul territorio e, appunto, degli operatori privati del comparto turistico.

La convenzione si basa sull’articolo 30 del Testo unico degli enti locali del 2000 e disciplina la volontà degli Enti locali, cioè  i Comuni, di “svolgere in modo coordinato funzioni e servizi determinati”. La convenzione è stata stipulata tra i rappresentati dei paesi di Alessano, Andrano, Acquarica del Capo, Bagnolo del Salento, Cannole, Castrignano del Capo, Castro, Corsano, Cursi, Diso, Gagliano del Capo, Giurdignano, Maglie, Miggiano, Montesano Salentino, Minervino, Morciano di Leuca, Muro Leccese, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Patù, Poggiardo, Presicce, Ruffano, Salve, Scorrano, Specchia, Santa Cesarea Terme, Spongano, Taurisano, Tiggiano, Tricase, Ugento e Uggiano la Chiesa.

Pubblicità

Oltre all’Assemblea dei Sindaci, organo decisionale di indirizzo e controllo, e alla Conferenza di partenariato, presieduta dal Sindaco di Otranto Pierpaolo Cariddi, il documento unitario prevede una Cabina di regia composta da dieci Sindaci; vi partecipano anche cinque rappresentanti espressi dalla Conferenza di partenariato senza diritto di  voto. La Cabina di regia è presieduta dal Sindaco del Comune capofila, cioè Ugento.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!