Debito Ato 3, tavolo tecnico per risolvere i problemi

di -
0 393

Casarano. Cessione di credito per il canone mensile alla “Geotec”; piano finanziario di rientro per azzerare il debito con l’Ato3.

Sono queste le importanti decisioni prese al tavolo tecnico tra l’Ato Le3, il Comune di Casarano e la società “Progetto Ambiente” per risolvere i problemi economici relativi ai compensi arretrati dovuti da Palazzo dei Domenicani per lo smaltimento dei rifiuti.

L’esito positivo del vertice ha lasciato molto soddisfatto il commissario prefettizio, Giovanni D’Onofrio, impegnato nella difficile opera di risanamento finanziario del Comune di Casarano.

«Considero gli incontri tecnici sul tema Ato tenutisi a Casarano – ha infatti commentato il Prefetto – un’autentica dimostrazione di impegno amministrativo e di scrupolo e coscienza civica, comportamenti da valorizzare e promuovere a più forte ragione in una congiuntura economica epocale come quella attuale, in cui la certezza del salario e dei corrispettivi, uniti al serio contenimento della spesa, rappresentano la base fondante di un’azione complessiva di tenuta “sociale” per il buongoverno locale delle comunità».

Ma quali sono i punti essenziali dell’accordo?

Per quanto riguarda lo smaltimento è stato redatto un piano finanziario di rientro che si articola su sette mesi durante i quali verrà estinto il debito di circa 280mila euro.

Invece, per quanto concerne il canone di 180mila euro  mensili non corrisposto da gennaio a maggio alla “Geotec”, l’impresa che cura la raccolta ed il conferimento dei rifiuti, è stata attivata la cosiddetta “cessione di credito”, lo strumento legislativo che permette all’azienda di scontare questo credito in banca nel mentre il Comune ha già attivato un piano di rientro con la banca stessa.

Grazie a questa scelta, il pesante debito di Palazzo dei Domenicani non comparirà d’ora in avanti nei documenti finanziari dell’Ato.

Commenta la notizia!