Gallipoli – Doppio appuntamento nel Salento per il “Crime fest”, il festival nato per promuovere e valorizzare la club culture e le tendenze musicali più attuali e innovative. Organizzato da Naida Lab, Crime Room e Musica & Parole, il festival ritorna sabato 4 e lunedì 6 agosto con la sua settima edizione, con una sessione notturna a Santa Cesarea Terme e una giornaliera a Gallipoli.

Si inizierà la notte di sabato 4 agosto, dove la location della “session night” sarà il Guendalina di Santa Cesarea Terme, con ospiti Jeff Mills e Len Faki per una notte tutta da ballare in collaborazione con “Il Grido”. Lo storico producers statunitense Jeff Mills è capace di suonare più di 70 dischi in un’ora; prima di intraprendere una propria carriera solista, è stato uno dei membri fondatori degli Underground Resistance, leggendario collettivo techno. Le sue più recenti produzioni hanno sottolineato la diversità e la profondità della sua musica, costantemente aperta a percorsi innovativi come la colonna sonora per il capolavoro d Fritz Lang “Metropolis” o il progetto “Blue Potential” con la Montpellier Philharmonic Orchestra. Il Dj, remixer, produttore discografico tedesco Len Faki si è affermato come talento di rilievo nell’ ambito della musica techno, meritando la fama internazionale di artista tra i più quotati e amati della scena contemporanea. Caposaldo della “Boiler Room”, è tra i più innovativi e versatili del settore per la sua abilità di bilanciare le sonorità più eccentriche con le moderne sensibilità techno. Completeranno l’evento lo storico pilastro portante del Crime Fest, Gianni Sabato, e Idriss D, resident di Cocoricò e Amnesia, dividendo la consolle con le giovani promesse Luca Dem (producer pugliese che sta già lasciando il segno nella prima sinapsi musicale targata Hören); Fabluz (con set che spaziano dalla Detroit techno all’elettronica); e infine Sante Sansone (attivo dall’età di 15 anni tra l’Italia e l’Europa).

Nel secondo appuntamento di lunedì 6 agosto, sarà invece la spiaggia del G-Beach di Gallipoli ad accogliere la session giornaliera del Crime Fest, animata dalle selezioni musicali di Fabio Monesi e Marcello Napoletano, due personaggi fondamentali del panorama techno italiano. Il sound di Fabio Monesi è facilmente identificabile nei suoi dj set o live set, nei quali riporta quel suono crudo ad analogico, tipico del periodo d’oro dell’ house music. La maggior parte delle sue produzioni ha visto la luce sulla sua etichetta solo vinile di base a Londra dal titolo Wilson Records; questo ha fatto sì che diventasse uno dei dj più richiesti dai club più prestigiosi d’Europa. Marcello Napoletano è invece un salentino doc, che mira a riscoprire con i suoi set quel sound underground della metà degli anni novanta, il primo che possa essere considerato l’alfiere di un suono, un genere, l’House di Chicago, quella più “alta”.

Pubblicità

A completare la consolle, saranno le note del set di Gianmarco Nieri, resident del G-Beach. Ingresso libero, start alle ore 17.

Pubblicità

Commenta la notizia!