Controlli antidroga: «Il Giannelli sotto controllo»

Parabita. Un grammo e semi di marijuana ed un grammo di hashish, nascosti all’interno di fessure ricavate negli infissi di alcune aule: questo il risultato dell’ispezione anti-droga effettuata dai carabinieri di Parabita presso l’istituto d’istruzione secondaria superiore “Giannelli”.

E’ stato il fiuto dei cani addestrati che hanno passato al setaccio tutti i locali di ritrovo dell’edificio, a consentire l’individuazione delle sostanze stupefacenti e a confermare il sospetto che anche la scuola potesse essere luogo di consumo di droga,  come filtrato da alcune indiscrezioni.

L’operazione, che si inserisce in un più ampio monitoraggio della zona effettuato nello stesso periodo dai carabinieri della Compagnia di Gallipoli che hanno riguardato 51 istituti scolastici, tra cui scuole di ogni ordine e grado e finalizzata al contrasto della diffusione e del consumo di sostanze stupefacenti tra giovanissimi.

Rassicurazioni sulla  vicenda sono giunte dal preside,  Cosimo Preite. «I controlli sono stati attivati dai carabinieri in via cautelativa – ha spiegato – con la piena collaborazione degli organi stessi della scuola, con i quali era stato concordato un intervento durante l’orario delle lezioni». Non un blitz improvvisato, dunque.

«Sento il dovere di tranquillizzare le famiglie sulla presenza delle sostanze nascoste nei locali dell’Istituto – ha sottolineato il preside – e preciso che esiste solo un alunno implicato nelle problematiche di dipendenza da stupefacenti, il quale è costantemente monitorato all’interno della sua classe e coinvolto in un processo non discriminante ma inclusivo di rieducazione».

DP

Commenta la notizia!