Condanna ad un anno per la lite di condominio

via-pasubio-tuglie--(1)

Via Pasubio

Tuglie. È costata una condanna ad un anno di reclusione la lite  scoppiata nei giorni scorsi in un condominio di via Pasubio. Protagonista della vicenda il 49enne P.G., originiario di Gallipoli, condannato con il rito abbreviato (il Pm aveva chiesto un anno e otto mesi) dopo essere stato arrestato, con l’accusa di lesioni e danneggiamento aggravati. L’uomo avrebbe, infatti, aggredito con una mazza da baseball, il genero  38enne della ex compagna.

I tre protagonisti della vicenda risiedono tutti nello stesso condominio ed a scatenare la lite sarebbe stata una dicussione (a quanto pare per motivi di gelosia) tra i due ex che avrebbero iniziato a litigare sul pianerottolo.

In difesa della donna sarebbe poi, intervenuto il genero di quest’ultima che, stando alla ricostruzione fatta dai carabinieri di Sannicola intervenuti per sedare la rissa, avrebbe avuto la peggio tanto da dover far ricorso alle cure dell’ospedale (per lui sette giorni di prognosi con ferite al naso e allo zigomo ed un risarcimento da duemila euro stabilito con sentenza).

«Sono stato aggredito e mi sono solo difeso», avrebbe affermato il condannato verso il quale, subito dopo l’arresto, era stato anche disposto il divieto   (poi revocato) di dimora a Tuglie, proprio per evitare altri spiacevoli episodi. L’ira dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine,si sarebbe rivolta anche contro la porta dell’abitazione. 

Commenta la notizia!